Quantcast

Lupa Piacenza, nuovo incontro con i tifosi. Tre “cordate” in Comune

Mentre si attende la decisione del comitato Salva Piace sul futuro del marchio del Piacenza Calcio, sembra muoversi deciso il progetto dell’ormai ex LibertaSpes di Marco Gatti, che a breve diventerà Lupa Piacenza, come deciso durante il primo incontro con i tifosi biancorossi

Più informazioni su

Mentre si attende la decisione del comitato Salva Piace sul futuro del marchio del Piacenza Calcio, sembra muoversi deciso il progetto dell’ormai ex LibertaSpes di Marco Gatti, che a breve diventerà Lupa Piacenza, come deciso durante il primo incontro con i tifosi biancorossi. Sostenitori che, riuniti venerdì nel piazzale dello stadio Garilli, hanno a larga maggioranza deciso di sostenere la proposta di Gatti, che fra i vari punti prevede il ritorno fra i professionisti in tre anni e un maggior coinvolgimento degli stessi tifosi. Proprio questo potrebbe essere l’argomento sul tavolo della conferenza stampa in programma oggi (ore 18.30) al campo Calamari alla Farnesiana: si parla di una sorta di azionariato popolare con sostenitori e appassionati che potrebbero entrare con una quota nella nuova società. Mercoledì sicuramente ne sapremo di più: nel frattempo Gatti lavora anche al rafforzamento della squadra che, lo ricordiamo, disputerà il campionato di Eccellenza: direttore sportivo sarà Marzio Merli, ex ds del Fiorenzuola, e nuovi colpi di mercato sono attesi nei prossimi giorni.

Intanto ieri nel tardo pomeriggio in municipio di Piacenza si sono svolti una serie di incontri separati tra il sindaco e i rappresentanti delle società che in questi giorni hanno avanzato proposte di rilancio sportivo per il calcio piacentino: oltre a Marco Gatti, a Palazzo Mercanti si sono recati Totò Rizzo del Royale Fiore e i dirigenti dell’Atletico Bp Pro Piacenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.