Quantcast

“Mi hanno detto che vai a dire in giro certe cose”. Le intimidazioni del prof all’alunna

Ecco uno stralcio reso pubblico della polizia di Piacenza della conversazione in una chat su internet tra il professore arrestato e una sua alunna di soli 15 anni.

Più informazioni su

Ecco uno stralcio reso pubblico della polizia di Piacenza della conversazione in una chat su internet tra il professore arrestato e una sua alunna di soli 15 anni. Secondo quanto ricostruito dalle indagini, lo scambio avviene dopo che l’uomo ha saputo che le sue pretese di natura sessuale sono state rivelate dalla studentessa ad alcune amiche. Per questo la rimprovera e le intima di ritrattare.

La conversazione in chat

Studentessa: “buona sera proffii”
Professore: “ci sei? dobbiamo parlare”
S: “dica??”
P: “c’è un problema. mi hanno detto che vai a dire in giro cose sul mio conto. io con te rido e scherzo, ma pensavo rimanesse tra noi. quindi fai il favore di dire molto chiaramente alle persone con cui hai detto le cose che ci siamo detti io e te, che scherzavi, come scherzavo io”
S: “okkei stia calmo lo farò!”
P: “xkè come mi hanno riferito certe cose che hai detto di me, voglio che mi arrivino anche le smentite. no, non sono affatto calmo. hai tradito la mia fiducia, hai messo in mezzo altre persone.”
S: “e io ke ne sapevo ke dovevo tenere la bokka kiusa! e poi cm le ho detto se ha la coscienza apposto nn si deve preoccupare!”
P: “come avrai gia’ provato sulla tua pelle, a volte non basta avere la coscienza a posto. è fastidioso che le persone sparlino di te. avevo iniziato a darti fiducia…”
S: “ee allora mi skusi! dirò ke erano balle!”
P: “e d’ora in avanti se vuoi che parliamo, teniamo per noi le cose che ci diciamo. se ti sta bene, altrimenti non c’è problema.. parleremo del tempo..”
S: “prof c’è scusi .. ma io mi sento un po’ anzi molto a disagio a parlare di certe cose cn lei!”
P: “ok, lo capisco. scusa. non si ripeterà.”
S: “okkei! è meglio csì”
P: “infatti. per concludere: è una cosa seria! provvedi e alla svelta!”

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.