Quantcast

Nasconde la droga nel gesso, pusher in manette

La frattura ad un braccio si era trasformata per lui in un possibile nascondiglio per la droga. L’arto ingessato lo ha però reso anche particolarmente riconoscibile, e così un algerino di 30 anni è stato colto sul fatto dai carabinieri e arrestato.

Più informazioni su

La frattura ad un braccio si era trasformata per lui in un possibile nascondiglio per la droga. L’arto ingessato lo ha però reso anche particolarmente riconoscibile, e così un algerino di 30 anni è stato colto sul fatto dai carabinieri e arrestato. I militari lo hanno fermato sabato pomeriggio ai Giardini Margherita a Piacenza, dopo alcune segnalazioni. Al momento dell’intervento il 30enne, oltretutto clandestino, stava cedendo un grammo di hashish a due giovanissimi moldavi di 16 e 18 anni. La droga era nascosta nell’ingessatura; addosso l’algerino aveva un centinaio di euro, ritenuti provento di spaccio. Finito in manette, sarà processato per direttissima. I due acquirenti sono stati segnalati in Prefettura come assuntori. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.