Quantcast

Oggi la prima giunta Dosi, capigruppo entro la settimana

Dopo il primo consiglio comunale di ieri, debutta ufficialmente anche l’attività amministrativa dell’amministrazione Dosi. Oggi pomeriggio alle 15 è convocata a Palazzo Mercanti la prima riunione dell’esecutivo e certamente tra le questioni sul tavolo non mancherà l’iter del bilancio 2011

Più informazioni su

Dopo il primo consiglio comunale di ieri, debutta ufficialmente anche l’attività amministrativa dell’amministrazione Dosi. Oggi pomeriggio alle 15 è convocata a Palazzo Mercanti la prima riunione dell’esecutivo e certamente tra le questioni sul tavolo non mancherà l’iter del bilancio 2011, ancora in attesa dell’approvazione. Questione che s’intreccia a quella dell’applicazione dell’Imu, l’imposta comunale sugli immobili oggetto di contestazione da parte dei sindaci.

Per l’arrivo della manovra comunale in aula il termine ultimo è il 30 giugno, data entro la quale il provvedimento dovrà essere illustrato in consiglio. Facile prevedere che i tempi della discussione e della sua approvazione si allungheranno fino a luglio.

Il percorso per il raggiungimento della piena operatività dell’assemblea appena insediata prevede alcune tappe intermedie: entro lunedì dovranno costituirsi tutti i gruppi politici con la relativa designazione dei capigruppo (Il Pd ha già scelto Daniel Negri). Una volta che sul tavolo del presidente Claudio Ferrari si completerà il quadro, a lui spetterà la convocazione della prima conferenza dei capigruppo per stabilire il calendario delle prossime sedute del consiglio comunale e naturalmente gli argomenti da trattare.

E’ verosimile pertanto che la prossima convocazione cadrà il 26 giugno, e uno dei primi atti da compiere sarà la formazione delle commissioni consiliari.  

Fiazza (Pd): “Ho rinunciato alla candidatura alla presidenza del consiglio per l’unità del Pd e della coalizione”

Conferenza stampa questa mattina del consigliere comunale del Partito Democratico Christian Fiazza per commentare il ritiro della sua candidatura alla carica di presidente del Consiglio Comunale, andata al collega di partito Claudio Ferrari. “Farò il consigliere comunale e lavorerò per questa amministrazione – ha affermato Fiazza – e per il partito con spirito critico e libertà di giudizio”. “Ho capito che la mia candidatura non era ben accetta a una parte del Pd e anche a una parte della maggioranza di centrosinistra, per questo ho deciso di fare un passo indietro e ho ritirato la mia candidatura nell’interesse dell’unità del partito e della coalizione”. “Spero che questo gesto – ha aggiunto – sia il punto di partenza per ricostruire un’unità che evidentemente non c’è stata”. 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.