Quantcast

Rdb, Paparo incontra i sindaci: “Preoccupazione per i lavoratori”

Crisi Rdb, l’assessore provinciale al Lavoro Andrea Paparo incontra i sindaci dei Comuni dese di Impianto. I primi cittadini di Cadeo, Pontenure, Borgonovo e Monticelli d’Ongina hanno chiesto molti chiarimenti sulle sorti del gruppo, per cui è stato chiesto il regime di amministrazione straordinaria, esprimendo preoccupazione per i lavoratori. 

Più informazioni su

Piacenza – Crisi Rdb, l’assessore provinciale al Lavoro Andrea Paparo incontra i sindaci dei Comuni dese di Impianto. I primi cittadini di Cadeo, Pontenure, Borgonovo e Monticelli d’Ongina hanno chiesto molti chiarimenti sulle sorti del gruppo, per cui è stato chiesto il regime di amministrazione straordinaria, esprimendo preoccupazione per i lavoratori. 

“Abbiamo voluto incontrare i sindaci – spiega Andrea Paparo – per spiegare loro la situazione. Abbiamo poi in programma nella prossima settimana, il 5 o il 6 luglio, un incontro con i rappresentanti provinciali dei sindacati, che seguirà il vertice nazionale a Roma del 3 luglio. Metteremo in atto tutte le azioni che possiamo promuovere come Provincia, istituendo un tavolo permanente di crisi per Rdb”. 

RDB, CAVALLI (LN): “EPILOGO DRAMMATICO DI ANNI DI MALAGESTIONE”
IL CONSIGLIERE REGIONALE: “INSIEME PER INDIVIDUARE LE CONDIZIONI PER UN RILANCIO”

“800 lavoratori sono stanchi di essere presi in giro. E con loro le istituzioni, che da mesi convocano tavoli per cercare di facilitare le operazioni di risanamento dell’Rdb e favorire il dialogo. 104 anni di storia oggi rischiano di essere affossati dalla mala gestione, con prospettive lavorative devastanti per i dipendenti. L’azienda Sacci non si è nemmeno degnata di partecipare al coordinamento nazionale sindacale. Auspichiamo di poter contare sulla sua presenza almeno al tavolo del 2 luglio a Roma. Chiedo che anche la Regione, quanto prima, si attivi per promuovere momenti di confronto e attivare tutti i canali possibili per scongiurare la messa in liquidazione dell’azienda”. Così il consigliere regionale della Lega Nord Stefano Cavalli, a poche ore dalla presentazione al tribunale di Piacenza delle richiesta di amministrazione straordinaria per la storica azienda con “cervello e cuore piacentini”.
“800 lavoratori – e altrettante famiglie – stanno pagando a caro prezzo gli errori del passato – dice Cavalli –. Auspichiamo che i commissari, d’intesa con le istituzioni, riescano a individuare le condizioni per un rilancio aziendale. I territori sapranno offrire tutta la propria collaborazione. Una storia di eccellenza e un patrimonio di risorse umane di questa portata non possono e non devono finire. Un epilogo negativo avrebbe effetti devastanti sui posti di lavoro e sarebbe un duro colpo per l’intero sistema piacentino e per l’importante indotto che, negli anni, Rdb ha generato”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.