Quantcast

Seconda prova: Aristotele “filosofico”, matematica “fattibile” foto

Seconda prova di matematica, per gli studenti iscritti a indirizzi di carattere scientifico, e Aristotele per i ragazzi alle prese con la maturità classica. I commenti all’uscita da scuola. 

Più informazioni su

Seconda prova di matematica, per gli studenti iscritti a indirizzi di carattere scientifico, e Aristotele per i ragazzi alle prese con la maturità classica, come anticipato già da questa mattina. Il secondo scritto, quello legato alla tipologia di indirizzo scolastico, è da alcuni maturandi la prova più temuta. E ogni tanto riserva sorprese. “La traccia di matematica era più facile di quella dello scorso anno – dice Andrea, studente dell’indirizzo scientifico del liceo Gioia -, diciamo che dovrei essere intorno alla sufficienza. Anche il tema di ieri dovrebbe essere andato bene”. 

Elisabetta, iscritta al liceo Gioia, indirizzo classico, ha dovuto cimentarsi con la versione tratta da Aristotele. “Diciamo che era fattibile, anche se complessa, sia da un punto di vista grammaticale che di contenuto. Era un testo filosofico, e quindi quello che poteva trarre in inganno era il significato da attribuire ad alcuni passaggi. Si poteva fare, attenendosi però a una traduzione grammaticale”. Spaventata dalla seconda prova? “No, perché qui metti a frutto le competenze che dovresti aver acquisito in tutti e 5 gli anni, e non puoi studiare più di tanto. Diverso il discorso sulla terza prova, quella multidisciplinare, che verte su tutto il programma di più materie e, ovviamente, il tema di italiano. Un vero e proprio terno al lotto”. 

E gli studenti del liceo scientifico Respighi cosa pensano della traccia di matematica? “Non era facile – dicono Anjan, Davide e Marco – ma era più abbordabile rispetto a quella di altri anni, anche rispetto alle simulazioni fatte durante l’anno. I prof? Sì, ci hanno aiutato, dando qualche spiegazione”. 

Gli studenti del liceo Colombini hanno invece affrontato, a seconda dell’indirizzo, la prova di matematica oppure quella di carattere sociale. “Abbiamo scelto, tra 4 tracce proposte, quella incentrata sulla condizione femminile – spiegano Alice, Sara, Marleni, dell’indirizo scienze sociali – perché è un tema che abbiamo toccato diverse volte durante tutti e 5 gli anni e quindi ci sentivamo preparate. Era questa la prova che ci faceva più paura, perché poteva anche presentare temi e spunti non contemplati dal nostro programma”. 

LE TRACCE E LE SOLUZIONI DA CORRIERE.IT

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.