Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Tal dig in piasintein

Tal dig in piasintein con Nereo Trabacchi: sciusso 

Quarta puntata della rubrica "Tal dig in piasinten": lo scrittore piacentino Nereo Trabacchi presenterà di volta in volta un detto, una parola pescate dal mitico dizionario "Piacentino - Italiano" di Lorenzo Foresti (edito nel 1855). Per fare cultura pop(olare) in senso buono. 

Il clima rovente di questi giorni, se da un lato mi attanaglia, dall’altro mi allunga una grossa mano con la nuova parola di oggi per la nostra rubrica di termini piacentini, poi “italianizzati” e divenuti di uso comune. In effetti anche oggi c’è davvero un bello “sciusso”. 
S’ciùss: Afa. Aria grave e caldissima. Afaccia… 
Ora, non voglio nascondere una certa difficoltà riscontrata nelle ricerche per questa parola. Prima di tutto, il Foresti nelle sue prime due nobilissime e pregiatissime edizioni (1836, 1855) mi conferma la definizione, ma non mi vizia con l’etimo della parola. Ricerche online e telefonate a insegnanti della mia carriera scolastica, sono state vane. Così, ho deciso di andare alla fonte più autorevole: due anziani con il fazzoletto in una mano e il bicchiere di vino nell’altra, comodamente seduti al tavolino di un bar.
 
Fatta rapida amicizia e offerto uno di quello “buono”, ho evinto due cose: la prima è che il termine “sciusso” ci ha regalato un altro derivato che è “scionsito”, colui talmente stravolto dalla mancanza di aria da essere quasi in dipartita. Oppure termine usato da molti piacentini quando devono cambiare auto: “Mi è scionsita la macchina.” La seconda è che potrebbe derivare da un’inversione di s’ciusì ? lo schiudersi delle uova quando ne esce il pulcino per il primo respiro di aria. 
Alla prossima se ancora non vi ho scionsiti con la rubrica… 
 
Per info, commenti, correzioni e insulti info@nereotrabacchi.it 
 
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.