Quantcast

Torna Rock in Trebbia, nel segno della solidarietà e della Sardegna foto

Il lungo fiume di Rivergaro si prepara ad accogliere l’edizione 2012 di Rock in Trebbia, l’attesa manifestazione che riesce a coniugare buona musica e finalità benefiche. Le date da segnare in agenda sono quelle che vanno dal 5 all’8 luglio

Più informazioni su

Il lungo fiume di Rivergaro si prepara ad accogliere l’edizione 2012 di Rock in Trebbia, l’attesa manifestazione che riesce a coniugare buona musica e finalità benefiche. Le date da segnare in agenda sono quelle che vanno dal 5 all’8 luglio, per 4 serate ad alto voltaggio come promette (e mantiene) l’organizzazione curata da Tramballando. L’altra sera nella birreria pizzeria Docks di Niviano si è tenuta la presentazione ufficiale della kermesse musicale, con Nicola Gobbi nella veste del presentatore, insieme a Gianfranco Castellani, presidente dell’associazione Tramballando, Guido Daveri, responsabile della programmazione musicale e Roberto Rossi, che ha messo a punto il progetto Sardegna. 

Il 5 luglio si inizia con Rock and roll Party: sui palchi si esibiranno Blackbitter, Just 4, Jay’s Pig, Feedback, More than waves, Cock’s Abduction per un’infuocata sfida a colpi di rock. Il 6 luglio, grazie alla rinnovata collaborazione con Virgin Radio, si inizia alle 21 con Dr Feelgood che racconta le radici del rock and roll, per poi proseguire con Backseat Boogie e Jack Jasell e T.G.V.F., il 7 luglio dopo la presentazione del video show 2012, sarà la volta dei Floyd Machine. Si chiude con il botto l’8 luglio con Giulia Salvi di Virgin Radio, Rocco ’n Rollo, Andread Punk Band di Andrea Rock e i Revenga, tribute band dei System of a Down. 

Il ricavato delle serate andrà, come tutti gli anni, in beneficenza e, accanto al destinatario originale, il progetto “Tracce e Risvegli”, dedicato ai pazienti del dipartimento delle cure mentali di Piacenza, non potevano non aggiungersi i nostri cugini emiliani, duramente colpiti dal terremoto. L’associazione Tramballando ha scelto in particolare il paese di Rovereto, dove è morto nel crollo della chiesa don Ivan Martini. 

Nel corso della serata è stato poi presentata l’iniziativa di collaborazione con la Sardegna: Filippo Comati e Roberto Rossi questa volta si recheranno in vespa proprio nell’isola italiana, per dare vita ad uno scambio cultural gastronomico. Inoltre 12 strutture ricettive della Sardegna (campeggi e villaggi) hanno messo a disposizione una settimana di vacanza al mare, regolata da una lotteria che sarà proposta nell’ambito della festa. Rock on!

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.