Quantcast

“5mila euro a testa se mi liberate”. Ragazzo arrestato per tentata corruzione

E’ stato arrestato con l’accusa di istigazione alla corruzione un ragazzo di 19 anni che dopo essere stato fermato ha provato a corrompere i carabinieri che lo stavano controllando.

Più informazioni su

“Se mi lasciate andare vi pago 5mila euro a testa”. E’ stato arrestato con l’accusa di istigazione alla corruzione un ragazzo di 19 anni che dopo essere stato fermato ha provato a corrompere i carabinieri che lo stavano controllando.

Il ragazzo era stato fermato sabato notte mentre insieme ad altri tre amici, tutti visibilmente ubriachi, stava urinando sulle vetrine di un negozio sul Corso Vittorio Emanuele a Piacenza. I carabinieri giunti sul posto hanno provato a calmare i ragazzi: mentre il resto della compagnia si è subito tranquillizzata, il 19 enne, di origine straniera ma residente a San Nicolò, ha continuato ad agitarsi, insultando ripetutamente i militari. Quando i carabinieri hanno provato a fermarlo il ragazzo ha reagito con calci e pugni, e solo dopo una colluttazione breve ma violenta i militari sono riusciti a caricarlo sull’auto di servizio.

Una volta arrivato in caserma, al momento dell’identificazione il ragazzo ha provato a corrompere gli uomini presenti, dicendo che se lo avessero liberato avrebbe dato 5mila euro a testa. Il 19enne, già conosciuto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti, è stato quindi arrestato e portato in carcere in attesa del processo. Per lui le accuse sono di violenza, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e istigazione alla corruzione.

La colluttazione con il ragazzo ha avuto anche conseguenze sui militari che sono intervenuti. I due carabinieri hanno infatti riportato graffi e traumi guaribili in 5 e 7 giorni.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.