Quantcast

Africa Mission, benedetti dal vescovo tre camion destinati all’Uganda foto

Cerimonia di consegna e benedizione nella sede di Africa Mission di tre camion destinati all’Uganda rimessi a nuovo grazie a un intervento di manutenzione realizzato gratuitamente da Drillmec spa, azienda piacentina che fa parte del Gruppo Trevi

Più informazioni su

Sono stati consegnati ufficialmente e hanno ricevuto la benedizione del Vescovo i tre camion destinati all’Uganda rimessi a nuovo da un intervento realizzato gratuitamente da Drillmec spa, azienda piacentina del Gruppo Trevi, che da fine 2008 collabora con Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo tramite il progetto “Social Value”, volto a promuovere iniziative di solidarietà.

La cerimonia si è svolta presso la sede di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo, alla presenza del vescovo della diocesi di Piacenza-Bobbio, mons. Gianni Ambrosio, del sindaco di Piacenza, Paolo Dosi, dell’assessore provinciale Sergio Bursi, del vicepresidente del Gruppo Trevi, Gianluigi Trevisani, e di diversi rappresentanti del mondo delle imprese piacentine.

L’intervento di manutenzione, che ha interessato tre camion e due piccoli rimorchi, acquistati alcuni mesi fa da Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo presso il Ministero della Difesa, è stato eseguito da Drillmec spa insieme a un gruppo di suoi fornitori: Civardi, Faedda, Sire, M.C.P., Gandini, Officine Orab, Rinova Dischi, A.R.P.A., Elettrauto Service,
Casella Autogru. I rappresentanti delle ditte hanno partecipato al momento della consegna, ricevendo dall’associazione piacentina un simbolico “attestato di gratitudine” come segno di ringraziamento per il gesto di solidarietà. I mezzi saranno inviati ora in Uganda, dove saranno utilizzati per i vari progetti di sviluppo.

“Questo intervento – ha detto don Maurizio Noberini, presidente di Africa Mission -, rappresenta un altro piccolo mattone per edificare un mondo migliore. Alle imprese che hanno contribuito voglio dire che il bene fa bene: sono certo che riceverete cento volte tanto”. “L’evento che celebriamo – ha aggiunto Carlo Antonello, presidente di Cooperazione e Sviluppo – costituisce un importante esempio di sinergia fra mondo delle imprese e mondo della solidarietà”.

La cerimonia è continuata con il saluto del sindaco Dosi e dell’assessore Bursi. A sua volta il vicepresidente di Trevi, Gianluigi Trevisani, ha ricordato l’attenzione del Gruppo alla solidarietà in tutti i Paesi in cui opera, sollecitando il mondo delle imprese a impegnarsi nel sociale. In questi anni il Gruppo Trevi ha già sostenuto infatti la struttura operativa di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo per la realizzazione di 48 nuovi pozzi per l’acqua potabile in Sud Sudan e 228 in Uganda.

E’ seguita quindi la benedizione del Vescovo Ambrosio: “Ringraziamo le tante persone che, con generosità e disponibilità, hanno manifestato il loro cuore buono attraverso questo intervento. Invochiamo la benedizione del Signore perché il viaggio di questi camion per l’Uganda si svolga in modo tranquillo e affinché i mezzi possano durare a lungo”.

L’inaugurazione si è chiusa con l’appello lanciato da Carlo Ruspantini, direttore di Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo, al mondo industriale piacentino affinché sostenga il trasporto dei mezzi in Uganda, stimato sui 20mila euro. A chiudere l’evento è stato un rinfresco offerto dall’Antica Trattoria “La Noce” di San Nicolò e dalla Cantina Santa Giustina di Pianello Valtidone, che a breve lancerà anche un’etichetta solidale per sostenere Africa Mission – Cooperazione e Sviluppo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.