Quantcast

Appennino Festival 2012, si apre il sipario della rassegna

“La rassegna - ha rilevato l’assessore Parma – ha il grande pregio di portare la buona musica in luoghi della provincia dal grande valore paesaggistico ma purtroppo poco conosciuti. E’ forte dunque la soddisfazione per essere riusciti a garantire un evento di tale portata”

Si apre il sipario sull’edizione 2012 dell’Appennino Festival, in scena da sabato 7 luglio, al 10 novembre prossimo. La rassegna di musica popolare delle Quattro Province nei paesi e nei borghi dell’Appennino piacentino è stata presentata in Provincia alla presenza dell’assessore provinciale alla Cultura Maurizio Parma, che ha sottolineato le caratteristiche della formula che contraddistingue la manifestazione, divenuta ormai appuntamento fisso e tradizionale nel calendario di eventi estivi.

“La rassegna – ha rilevato l’assessore Parma – ha il grande pregio di portare la buona musica in luoghi della provincia dal grande valore paesaggistico ma purtroppo poco conosciuti. E’ forte dunque la soddisfazione per essere riusciti a garantire un evento di tale portata”. “Invito – ha detto Franco Guglielmetti, dello staff organizzativo – i piacentini a partecipare numerosi”. “L’Appennino Festival – ha concluso Bruno Bedani, dirigente del settore Turismo, Marketing e Cultura della Provincia di Piacenza, accompagnato questa mattina dal dirigente Luigi Redaelli – si conferma uno degli appuntamenti più richiesti dal pubblico oltre che un valido strumento di promozione del territorio”. A presentare nel dettaglio il programma è stata Jessica Lavelli, portavoce del direttore artistico della rassegna Maddalena Scagnelli.


IL PROGRAMMA

7 luglio ore 21.30 Nibbiano
La Rionda (Liguria)

13 luglio ore 21.30 Rivergaro
Domo Emigrantes (Puglia)
Dabegu (Piemonte – Quattro Province)

14 luglio ore 20.00 Faraneto di Coli
Cristoph Hartmann (oboe), Maddalena Scagnelli (salterio, violino e voce), Claudio Schiavi (contrabbasso)

22 luglio ore 21.30 Gropparello
Ambrogio Sparagna Trio (Lazio)
dalle ore 18.00 percorso a piedi Sariano-Case Nuove-Gropparello con degustazione di vini tipici

27 luglio ore 21.30 Caminata Val Tidone
Roberto Ferrari e Fabio Paveto, piffero e fisarmonica (Lombardia – Quattro Province) Maddalena Scagnelli, violino e Davide Cignatta, chitarra (Emilia – Quattro Province)

4 agosto ore 21.00 Pascoli dell’Acqua Nera – Pradovera
Keith Easdale, cornamuse, tin whistles (Scozia), Stefano Torre, chitarra, flauti tradizionali, voce (Puglia), Danilo Carniglia e Franco Guglielmetti, piffero e fisarmonica (Emilia)

9 agosto ore 21.30 Marsaglia
Stefano Valla e Daniele Scurati, piffero e fisarmonica (Lombardia)

10 agosto ore 21.30 Pigazzano di Travo
I Cani della Biscia, Anna Barbazza e Max Marchini

14 agosto ore 21.30 Ottone
Enerbia (Emilia – Quattro Province)

16 agosto ore 15.30 Parco Provinciale di Monte Moria – Morfasso
Picnic nella radura di faffi e ballo con Banda Brisca (Liguria)

22 agosto ore 20.00 Vesimo di Zerba
Franco Guglielmetti e Gabriele Dametti (Quattro Province). Cena e ballo presso la Locanda Zuffi

2 settembre ore 16.00 Vigoleno
Concerto nell’Oratorio della Beata Vergine Musicanti del piccolo Borgo (Toscana)

15 settembre ore 21.30 Cerignale
Anteprima della “Mostra mercato dei prodotti tipici dell’Alta Val Trebbia “. Cena con prodotti tipici. Banda Brisca (Liguria)

30 settembre ore 15.30 Piozzano
Festa del miele e dei prodotti tipici della Val Luretta. Rataplan (Lombardia)

13 ottobre ore 21.30 Vigolzone
Fabio Rinaudo (Irlanda – Liguria)
Anteprima della “Fiera d’autunno” dedicata ai vini e ai prodotti dell’Appennino

21 ottobre ore 15.00 Pecorara
Festa del tartufo e dei prodotti di montagna
Vincenzo Cagliotti con Francesco Motta, organetto e chitarra (Lombardia) e Danilo Carniglia con Cesare Campanini, piffero e fisarmonica (Quattro Province)

5 ottobre ore 21,30 Retorbido (Pv)
Hangar – Nord Chiama Sud

10 novembre ore 20 Borgo Priolo (Pv)
Agriturismo Torrazzetta
Barlon – Festa del Vino novello

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.