Quantcast

Assistenza psichiatrica, Carini (Pd): “Non modificare la legge Basaglia”

La maggioranza consiliare in Regione ha presentato una Risoluzione (primo firmatario il consigliere regionale del PD Giuseppe Paruolo) riguardante il dibattito in corso in Parlamento intorno a possibili miglioramenti della disciplina relativa ai Trattamenti sanitari obbligatori.

Più informazioni su

La maggioranza consiliare in Regione ha presentato una Risoluzione (primo firmatario il consigliere regionale del PD Giuseppe Paruolo) riguardante il dibattito in corso in Parlamento intorno a possibili miglioramenti della disciplina relativa ai Trattamenti sanitari obbligatori e in particolare per chiedere alla giunta regionale di operare per «scongiurare l’approvazione del DDL Cicciòli» che introduce sostanziali modifiche riformando l’assistenza psichiatrica nota come Legge Basaglia.

«La centralità del paziente e il sostegno alla sua famiglia non può prevedere scorciatoie che hanno il sapore della restaurazione di un passato che non deve tornare – afferma il consigliere regionale Paruolo – si cerchi piuttosto una strada di miglioramento fondata sul coinvolgimento e la responsabilità, ad esempio potenziando l’istituto dell’amministratore di sostegno».

«La Legge Basaglia ha dato dignità ad una patologia che la società tendeva a nascondere e non vogliamo tornare indietro rispetto a  questa importante conquista – afferma il consigliere regionale Marco Carini – Sotto il profilo tecnico il DDL in esame alla Camera introduce alcune insidie che vanno rigettate, ad esempio non prevede più il consenso del paziente che oggi invece è garantito dalle articolazioni del SSR. Non vorremmo che il presupposto da cui origina il DDL fosse quello di prendere atto di mancanze diffuse nella piena ottemperanza alla Legge Basaglia, perché si rischia di generalizzare insufficienze che questa Regione non ha».

«Le modifiche del DDL costituiscono un forte sbilanciamento nei rapporti tra il cittadino ammalato e le istituzioni  – sottolinea la consigliera regionale Paola Marani – con rischi di abuso ed uso improprio dei nuovi strumenti  previsti».

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.