Bobbio, i Modena City Ramblers ospiti di Irlanda in Musica

Organizzata dal Comune di Bobbio, con la Direzione Artistica di Fedro, Irlanda in Musica in questi ultimi anni si è strutturata in due weekend di divertimento e grande musica live, una kermesse che ha acquisito sempre più importanza nel calendario delle proposte culturali offerte dalla Provincia di Piacenza.

Più informazioni su

Se la medioevale Bobbio, che nella cripta dell’Abbazia di San Colombano ospita le spoglie del Santo irlandese, è la migliore ambientazione possibile per un festival di musica e cultura irlandese, certo non fa meno notizia, soprattutto di questi tempi, il fatto che la rassegna che colora le estati della Provincia di Piacenza raggiunga quest’anno l’invidiabile traguardo della quindicesima edizione consecutiva. Organizzata dal Comune di Bobbio, con la Direzione Artistica di Fedro, Irlanda in Musica in questi ultimi anni si è strutturata in due weekend di divertimento e grande musica live, una kermesse che ha acquisito sempre più importanza nel calendario delle proposte culturali offerte dalla Provincia di Piacenza. La scena naturale in cui si colloca Irlanda in Musica, la meravigliosa Piazza San Colombano, ma anche tutto il borgo medioevale ed i dintorni del paese, le rive del fiume Trebbia ed i magnifici paesaggi della Valle, non fanno che accrescere l’interesse per questa manifestazione, che ogni estate fa confluire a Bobbio un gran numero di turisti.

La formula della quindicesima edizione di Irlanda in Musica sarà la stessa degli ultimi anni: due week end consecutivi con concerti al venerdì e sabato sera a cui
quest’anno però, si aggiunge un’intera giornata, quella di domenica 15 luglio, in cui tutto il borgo diventerà palcoscenico per diversi giovani artisti della scena folk italiana, che come menestrelli dei tempi che furono, riempiranno di musica le stradine ciottolate di Bobbio.

Il programma

Si comincia venerdì 6 luglio, quando, sul palco allestito davanti alla magnifica Abbazia medioevale si esibiranno gli irlandesi Electric Ceili. I sei elementi degli Electric Ceili sono originari di diverse zone dell’Irlanda, e si sono trovati a suonare insieme dopo anni di esperienze molteplici che li hanno portati ad esibirsi insieme ai migliori nomi della musica Irish. Questa esperienza decennale, insieme alla indiscussa professionalità di tutti i musicisti, fanno sì che un concerto degli Electric Ceili possa catturare l’attenzione del pubblico dalla prima battuta sino alla fine.

Sabato 7 luglio sarà la vostra degli italianissimi Modena City Ramblers. Rispettando la tradizione, che vuole un “outsider” per ogni edizione (lo scorso anno toccò a Davide Van De Sfroos), per quest’anno gli organizzatori hanno pensato alla band che più di ogni altra, tiene alta la bandiera dell’Irish Folk in Italia. Veri mostri sacri, in circolazione da oltre vent’anni, i MCR non hanno bisogno di grandi presentazioni. Per loro parlano le migliaia di concerti in giro per il mondo, la dozzina di album propri, e le decine di collaborazioni a lavori altrui, parlano titoli come Riportando Tutto a Casa, o La Grande Famiglia. La tappa di Bobbio dei Modena fa parte del Modena City Buskers Tour 2012, la cui scaletta è stata “decisa” dai fans, attraverso una votazione online: c’è da scommettere che nella serata di sabato 7 non mancherà In un giorno di pioggia.

Dopo un’incursione verso l’Appennino Emiliano, si torna oltre Manica con il concerto della Mairtin O’Connor Band, che andrà in scena venerdì 13 luglio. Originario della Contea di Galway, Mairtin O’Connor è sicuramente l’accordionist più popolare d’Irlanda. Nella sua carriera figurano importatissime collaborazioni, una su tutte la partecipazione a diversi brani di Mark Knopfler, e la partecipazione alla formazione originaria di Riverdance, nonché ai De Dannan, ma è in ambito solista, o con formazioni da lui fondate, che Mairtin ha saputo emergere come uno dei talenti della scena folk irlandese. Oltre ad essere un ottimo musicista, Mairtin è anche un prolifico autore, e molti dei suoi tunes possono essere ascoltati negli album di diversi artisti e durante concerti in ogni parte del mondo. A Bobbio Mairtin O’Connor si esibirà in trio: accanto a lui il violista Cathal Hayden ed il chitarrista -ex Dervish- Seamie O’Dowd.

Dall’Isola di Smeraldo, ci si sposta nell’altrettanto verde Scozia: direttamente dalle Highlands, sabato 14 luglio caleranno a Bobbio i leggendari Capercaillie. Supergruppo attivo dai primi anni ottanta, i Capercaillie rappresentano oggi la massima espressione della cultura gaelica scozzese e sono riconosciuti a livello mondiale come una delle più interessanti realtà di world music. Dalle radici della loro terra natale di Argyll, i Capercaillie hanno saputo crescere fino a diventare uno dei nomi più famosi della rinascita della musica tradizionale scozzese, rivitalizzata da una robusta iniezione di tecnologia. Dall’uscita del suo primo disco,
datato 1984, la band si è esibita in tutto il mondo, dall’America al Nord Africa, dall’Europa al Medio Oriente. La formazione dei Capercaillie annovera alcuni dei più
autorevoli musicisti della scena celtica: Manus Lunny al bouzouki, Charlie McKerron al violino e Donald Shaw alle tastiere e fisarmonica, cui in tournée si aggiungono Ewen Vernal (ex Deacon Blue) al basso, Michael McGoldrick al flauto e cornamuse, David ‘el Chimpo’ Robertson (Salsa Celtica) alle percussioni e Che Beresdorf alla batteria. La formazione è completata dalla soave voce di Karen Matheson, non a caso definita “la migliore cantante in Gaelico vivente”.

La giornata di domenica 15 luglio, pensata da Fedro in collaborazione con il musicista Tommaso Tornielli, rappresenta, come si diceva, una novità di questa
edizione. L’intenzione degli organizzatori è quella di regalare a tutto il borgo storico di Bobbio, la stessa magica atmosfera che si respira nelle serate di Irlanda in Musica in Piazza San Colombano, il risultato sarà una festa della musica celtic folk italiana, che avrà come protagonisti i musicisti di tre note formazioni italiane: i Birkin Tree, gli Apple Cross ed i New Road. Si comincia in mattinata con musica live in diverse location del centro di Bobbio: i musicisti si alterneranno negli scorci più suggestivi di Bobbio quasi a ricordare i menestrelli che allietavano le corti medioevali. Altra musica anche nel tardo pomeriggio, quando New Road, Apple Cross e Birkin Tree si esibirannonelle strette viuzze ciottolate, nelle Piazze e in tutti gli angoli più belli ed amati di Bobbio, in una sorta di preludio al grande concerto serale. Dopo cena confluiranno in Piazza San Colombano, dove alle 21:45 saliranno sul palco per dare vita ad un grande e coloratissima jam session in cui suoneranno tutti insieme, aspettando l’ospite a sorpresa che li raggiungerà per il Canto alla Luna, con cui il festival 2012 chiuderà i battenti. Per tutta la giornata di domenica 15, inoltre, sarà presente sotto io portici dell’Abbazia di San Colombano il Mercatino dell’Artigianato Celtico, in cui sarà possibile trovare
manufatti di ogni sorta: sono infatti stati invitati a partecipare artigiani ed hobbysti che per i materiali che utilizzano, o il tipo di lavori che realizzano, si rifacciano
all’iconografia e all’oggettistica celtica.

La quindicesima edizione di Irlanda in Musica è resa possibile dal un sforzo congiunto del Comune di Bobbio, che nella persona del Sindaco Marco Rossi da sempre riconosce il valore di questa manifestazione, dall’Assessorato alla Cultura della Provincia di Piacenza e della piacentina Fedro scs, al fianco dell’Amministrazione comunale nell’organizzazione di questo e di numerose altre offerte culturali nel corso dell’anno. L’edizione 2012 di Irlanda in Musica segna l’inizio ufficiale di un gemellaggio fortemente voluto, nato come amicizia reciproca, con Eire! La Festa dei Suoni d’Irlanda, che si svolgerà a Bondeno (FE) il 24, 25 e 26, un ottimo festival musicale, che quest’anno oltre a proporre la cultura Irish a 360 gradi, avrà anche il non facile compito di riportare qualche attimo di spensieratezza ad un popolazione duramente colpita dal recente terremoto emiliano.

Tutti i concerti della quindicesima edizione di Irlanda in Musica inizieranno alle ore 21.45 ed i biglietti d’ingresso avranno un costo di 10 euro (over 10 e under 70
gratuito). Dalle ore 19.30 sarà possibile accedere agli stand gastronomici allestiti in Piazza San Colombano, che proporranno in menù specialità di carne aromatizzata alla Guinness e primi piatti della cucina piacentina, accompagnati da birre d’importazione (Guinness e Kilkenny), a cui si aggiunge la selezione di birre a km zero proposte dal Birrificio Agricolo Duchessa di Travo. I biglietti per i concerti dei Modena City Ramblers e dei Capercaillie potranno essere acquistati in prevendita a Bobbio presso Maa Assicurazioni e a Piacenza presso Libreria Fahrenheit 451 e Alphaville. 

In allegato a fondo pagina il programma completo dell’iniziativa.

Tra musica e arte, al via la Settimana della Letteratura di Bobbio

In contemporanea con Irlanda in Musica Bobbio ospiterà la V edizione del Concorso Letterario Nazionale “Pontegobbo Città di Bobbio” e la III edizione della Settimana della Letteratura. Ogni serata sarà dedicata a un tema specifico, dall’arte alla musica, dagli animali all’ambiente, dalla storia alla geografia. Tanti gli ospiti che dal 6 al 12 luglio si alterneranno sotto il porticato di piazza Santa Fara di Bobbio.

La serata clou sarà quella dell’8 luglio con la proclamazione di Piacentino dell’anno 2012 al giovane jazzista Mattia Cigalini, e alla premiazione del concorso letterario. Tra gli ospiti attesi a Bobbio anche Elena Valdini, Eleonora Bagarotti, Emilio Curtoni, Ermanno Mariani e William Xerra

IL PROGRAMMA DI IRLANDA IN MUSICA

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.