Quantcast

Bolivia, Burundi e Sicilia, in partenza i ragazzi di Kamlalaf

La maggior parte dei ragazzi ha partecipato, nei mesi scorsi ad un percorso di formazione sulle tematiche della cooperazione internazionale, del volontariato, sulla cittadinanza attiva, sui progetti in atto nei vari paesi che andranno a visitare

Più informazioni su

Partono i vari viaggi che sono parte del progetto Kamlalaf. La maggior parte dei ragazzi ha partecipato, nei mesi scorsi ad un percorso di formazione sulle tematiche della cooperazione internazionale, del volontariato, sulla cittadinanza attiva, sui progetti in atto nei vari paesi che andranno a visitare. Scopo di questo percorso è quello di proporre ai ragazzi una esperienza formativa forte attraverso la quale imparare ad essere, in seguito, persone attive nel nostro contesto cittadino.

Il 15 luglio partiranno i ragazzi che raggiungeranno il Burundi. Si tratta di Costanza Rizzi (che è anche la referente dell’associazione “Gruppo Kamenge”), Riccardo Dallagiovanna e Giulia Periti.

Il 19 luglio partiranno per la Bolivia Federico Maccagni, Emanuele Mazzocchi, Alberto Rossi, Cecilia Tirelli, Francesco Barbieri, Giulia Antozzi, accompagnati da Danila Pancotti di “Progetto mondo Mlal”.

Il 30 luglio partiranno i ragazzi destinazione Sicilia: Selena Buzzetti, Luane Hess, Glenda Cinotti, Riccardo Savi insieme a Fabrizio Statello (Libera Piacenza) e Elisa Salin (Associazione La pecora nera).

Al termine dei viaggi i ragazzi hanno il compito di “restituire” alla cittadinanza la propria esperienza, affinché sia condivisa con tutti. Il progetto Kamlalaf, patrocinato dal Comune di Piacenza, è condiviso da diverse associazioni: Gruppo Kamenge; Progetto mondo Mlal; Libera Piacenza; La pecora nera; Africa Mission; Piccolo mondo; Svep Piacenza. L’iniziativa ha il sostegno economico di Fondazione Piacenza e Vigevano, Mori Legnami, Bilanciai Associati, Tecnoborgo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.