Quantcast

Botte per rubare una bicicletta, arrestato foto

Cerca di difendere la propria bicicletta ma viene malmenato e finisce in ospedale. Non è però andata meglio all’aggressore, fermato dal pronto intervento di una volante e arrestato per rapina. E’ stata la madre della vittima, un 19enne marocchino, a chiamare nel pomeriggio di ieri la polizia

Più informazioni su

Cerca di difendere la propria bicicletta ma viene malmenato e finisce in ospedale. Non è però andata meglio all’aggressore, fermato dal pronto intervento di una volante e arrestato per rapina. E’ stata la madre della vittima, un 19enne marocchino, a chiamare nel pomeriggio di ieri la polizia: il figlio, rientrato nella loro abitazione in via Trebbiola a Piacenza, stava riponendo la bicicletta in cortile quando improvvisamente è stato avvicinato da un conoscente, un connazionale di 32 anni. L’uomo rapidamente si è impossessato del velocipede cercando di allontanarsi; il proprietario ha tentato di fermarlo e per tutta risposta è stato colpito con pugni al volto finendo a terra.

La madre, sentendo del trambusto provenire dal cortile, si è affacciata dal balcone assistendo alla scena. Subito ha avvertito la polizia che, giunta rapidamente sul posto, ha bloccato il 32enne, con alle spalle svariati precedenti, arrestato per rapina impropria. Si trova al momento in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria. La vittima, ferita allo zigomo sinistro ed al labbro superiore, è stata medicata al pronto soccorso. Ne avrà per dieci giorni.

Ed un’altra bicicletta è invece costata la denuncia ad un rumeno di 42 anni residente in provincia. L’uomo è stato notato ieri pomeriggio da una coppia di stranieri mentre con un velocipede in spalla si dirigeva verso i Giardini Margherita: quando la polizia è intervenuta lo ha sorpreso mentre si stava accingendo a tranciare il lucchetto di sicurezza con una cesoia (nella foto). Il 42enne alla vista degli agenti ha cercato di nascondersi ma è stato rapidamente fermato. E’ stato denunciato a piede libero per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.