Quantcast

Calcio dilettanti, facciamo il punto sulla serie D

Tra fallimenti, colpi di scena, iscrizioni mancate e fusioni, riparte fra poco più di un mese il calcio dilettanti piacentino. 

Più informazioni su

Tra fallimenti, colpi di scena, iscrizioni mancate e fusioni, riparte fra poco più di un mese il calcio dilettanti piacentino. La più grande novità di questo inizio d’estate è stato il fallimento del Piacenza Calcio e la successiva votazione per decidere a chi affidare stemma e marchio dell’ormai defunta società biancorossa. Dopo giorni di trattative ed incertezze, i tifosi hanno scelto di consegnare quel che rimane del Piace alla Lupa Piacenza dei fratelli Gatti, la società nata dalle ceneri della Libertaspes. La Lupa partirà dall’eccellenza, ma l’obiettivo è quello di tornare al più presto tra i professionisti. A bocca asciutta sono rimaste le altre due pretendenti al marchio, il Royale Fiore e l’Atletico Bp Pro Piacenza, che partiranno rispettivamente da eccellenza (grazie al titolo comprato dal San Nicolò Marsaglia) e serie D.

Ma conosciamo meglio le squadre piacentine che saranno protagoniste dei prossimi campionati di calcio dilettanti. Partiamo dalla serie D, la regina delle categorie dilettantistiche, che avrà una sola rappresentante piacentina, l’Atletico Bp Pro Piacenza. La squadra del confermato mister Franzini è infatti l’unica piacentina superstite dallo scorso campionato, dopo la retrocessione diretta del Fiorenzuola. L’obiettivo di Centofanti e compagni è confermare quanto di buono fatto lo scorso anno, quando il Pro Piacenza ha ottenuto una tranquilla salvezza. Per la società piacentina si trattava della prima partecipazione in serie D e le incognite erano più delle certezze. Dopo un inizio di campionato difficile, la squadra si è ripresa sfoderando ottime prestazioni, soprattutto nel periodo invernale. Il leggero calo di fine stagione non ha comunque messo a rischio la salvezza diretta.

Ma l’Atletico Bp Pro Piacenza che si presenterà ai nastri di partenza del prossimo campionato sarà molto diverso da quello dello scorso anno. A parte le conferme in panchina di Arnaldo Franzini e quelle sul campo di Centofanti, Rieti, Fulcini e Matteassi, sono molti i giocatori che hanno lasciato la società rossonera. Tra questi ricordiamo Daffe, Lovattini, Fogliazza, Musi e Mungo. Le novità riguardano soprattutto l’attacco, dove il ds Francani è riuscito a convincere l’ex fiorenzuolano Michele Piccolo e il forte Mattia Nicolini ad approdare in rossonero. Ottimi colpi anche in difesa dove arrivano l’esperto Umberto Colicchio, ex Vogherese, e l’ecclettico Daniel Jakimovski, ex San Nicolò Marsaglia. Per quanto riguarda il capitolo giovani sono in arrivo il centrocampista Colla e il difensore Tassi, entrambi provenienti dalla Primavera del Parma.

Il raduno è stato fissato per lunedì 23 agosto, mentre il primo impegno ufficiale sarà il 19 agosto con l’andata di Coppa Italia; partirà invece il 2 settembre il campionato. Le aspettative sono tante, ma solo quest’inverno potremo sapere con certezza dove potrà arrivare questo rinnovato Atletico Bp Pro Piacenza.

Appuntamento a domenica prossima per conoscere da vicino le tre piacentine impegnate in eccellenza.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.