Quantcast

Caso Nicolini, la mamma ribatte a Dorsi: “Non vogliamo essere presi in giro”

Caso Nicolini, nuova puntata. La mamma che nei giorni scorsi si era lamentata per l'esclusione del proprio figlio dall'iscrizione al conservatorio Nicolini e alla scuola media collegata, risponde alla lettera del maestro Dorsi. 

Più informazioni su

Caso Nicolini, nuova puntata. La mamma che nei giorni scorsi si era lamentata per l’esclusione del proprio figlio dall’iscrizione al conservatorio Nicolini e alla scuola media collegata, risponde alla lettera del maestro Dorsi. 

Nella risposta datami a mezzo stampa, ha ben chiarito che ai 9 ormai ex futuri musicisti è stato precluso il diritto allo studio perchè lei non ha alcuna voglia di trovare le risorse economiche per pagare gli insegnati necessari all’attivazione dei corsi. Potrebbe vendere l’organo, che non suona nessuno, e assicurare un futuro ai nostri figli! Soprattutto poi non ha spiegato con quale oscuro criterio sono stati eliminati quei nove ragazzini e ammessi gli altri. Rendo noto a chi non se ne fosse accorto, che gli esami pubblici di strumento sono stati sostenuti a porte chiuse senza la presenza di testimoni, a cui è stato vietato accedere alle aule. Che non sono stati esposti i voti dei bambini ammessi alla Nicolini, ma soltanto una non esaustiva lista di nomi. Ricordo anche al signor Dorsi che nella lettera data alla stampa dichiara che sono finiti i posti riservati ad ogni strumento…come fa a saperlo, mi chiedo, se gli strumenti vengono assegnati ad ottobre, dopo che si sono concluse le sessione d’esami dei corsi passati per verificare che non ci sia qualche ripetente? Forse, per rimanere in ambito musicale, come cantava Cocciante, “era già tutto previsto”. Come possiamo lamentarci che lo Stato italiano non versi soldi all’Arte e alla Cultura, se questa non funziona?

Una mamma che non vuole essere presa in giro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.