Quantcast

Colpo grosso alla Canottieri Ongina, arriva Max Botti 

E’ fin troppo facile fare il giochino di parole tra il cognome del nuovo acquisto e l’importanza del suo arrivo. Sta di fatto che per la Canottieri Ongina Volley si tratta di un’operazione di straordinaria rilevanza, la classica ciliegina sulla torta di un mercato spumeggiante.

E’ fin troppo facile fare il giochino di parole tra il cognome del nuovo acquisto e l’importanza del suo arrivo. Sta di fatto che per la Canottieri Ongina Volley si tratta di un’operazione di straordinaria rilevanza, la classica ciliegina sulla torta di un mercato spumeggiante.
 
La società giallonera si è infatti assicurata le prestazioni di Massimo Botti, piacentino classe 1973 reduce da ben 22 anni di professionismo vestendo le maglie di Parma (con la quale ha debuttato in A1), Forlì, Piacenza (dove nel Copra ha ricoperto anche il ruolo di capitano), Verona, Padova, Cavriago e Molfetta, oltre a una parentesi a Taviano. Come aveva annunciato in prima persona a inizio mese, la sua carriera professionistica era giunta al termine per dedicarsi all’attività lavorativa: “Max”, infatti, gestisce il negozio “Vendilo” in via Conciliazione a Piacenza. Una scelta importante e consapevole, che aveva mutato il suo impegno nel volley. Sempre a inizio mese, Botti aveva lasciato aperto le porte a una sua possibile avventura in serie B non troppo lontano da casa, per poter continuare a curare in prima persona il negozio. Ora l’annuncio, con Massimo che garantirà un indiscutibile apporto tecnico, di personalità e di esperienza alla Canottieri Ongina Volley, autrice di un mercato con i fiocchi che aveva portato in giallonero, tra gli altri, anche un altro atleta di spessore come il regista Riccardo Giumelli.
“La trattativa – confessa Botti – è stata molto breve: se ne parlava da due anni con il diesse Donato De Pascali e il presidente Fausto Colombi, poi per vari motivi non si è mai riusciti a chiudere. Ora c’erano tutte le premesse per farlo e quando due parti vogliono la stessa cosa, basta poco per trovare un accordo”.
 
Giocherai da schiacciatore
“Sono nato da universale e ho svolto diversi ruoli: in posto quattro ho giocato in nazionale juniores e due anni in A2, poi è capitato di ricoprire il ruolo in emergenza anche con Velasco a Piacenza in A1. Si era prospettata questa collocazione a Monticelli e la faccio più che volentieri”.
 
Il tuo arrivo rinforza ulteriormente una rosa competitiva
“E’ un bel roster, ci sono diversi ragazzi rimasti dalla B1 e altri nuovi che sono arrivati. Vengo a Monticelli per dare il mio contributo e per divertirmi, poi se saremo competitivi ce la giocheremo. Immagino che il livello medio salga, con tanti giocatori che scendono di categoria non trovando posto in serie A”.
 
Una cosa è certa: pur passando da tanti anni in A1 e qualcuno in A2 alla serie B2, in Botti vedremo sempre la grinta e la voglia di fare che hanno caratterizzato la carriera del piacentino. Per la gioia della Canottieri Ongina Volley e di Fausto Colombi, che si dichiara “il presidente più felice del mondo”.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.