Quantcast

Dalla Provincia di Piacenza 2 abbattitori di temperatura per gli sfollati di Finale Emilia

Nuova visita dell’Amministrazione provinciale di Piacenza nei luoghi colpiti dal sisma che ha ferito l’Emilia Romagna. Questa mattina il presidente della Provincia Massimo Trespidi ha raggiunto i volontari piacentini del coordinamento provinciale di protezione civile impegnati nel Campo 2 di Finale Emilia per consegnare ai cuochi della tendopoli due abbattitori di temperature, da loro stessi indicati come strumenti indispensabili per garantire igiene e massima sicurezza alimentare per gli sfollati.

Questa mattina la consegna dei macchinari nella cucina del campo con il presidente Trespidi
 
Nuova visita dell’Amministrazione provinciale di Piacenza nei luoghi colpiti dal sisma che ha ferito l’Emilia Romagna. Questa mattina il presidente della Provincia Massimo Trespidi ha raggiunto i volontari piacentini del coordinamento provinciale di protezione civile impegnati nel Campo 2 di Finale Emilia per consegnare ai cuochi della tendopoli due abbattitori di temperature, da loro stessi indicati come strumenti indispensabili per garantire igiene e massima sicurezza alimentare per gli sfollati.
Insieme a Trespidi hanno preso parte al sopralluogo anche l’assessore provinciale alla Protezione civile Massimiliano Dosi, il consigliere provinciale Giampaolo Maloberti e i volontari di protezione civile Bruno Puddu e Samuele Uttini.
I due abbattitori di temperatura, che sono già stati installati nella cucina del campo,  sono delle speciali macchine in grado di abbassare in pochi minuti la temperatura dei cibi cotti prima della conservazione in frigorifero. “Gli strumenti – ha spiegato Guido Carletti, chef del campo di Finale Emilia e rappresentante della Federazione italiana cuochi – garantiscono la sicurezza alimentare in giorni in cui la temperatura esterna spesso supera i 30 gradi. In questo modo l’attività in cucina diventa sicura e i cibi rimangono al riparo da attacchi batterici”.
Il Campo 2 di Finale Emilia, dove la delegazione della Provincia di Piacenza aveva fatto visita a inizio mese, ospita ancora un numero elevato di sfollati, tra cui diversi bambini.
“Dove è possibile – ha detto Trespidi – le Amministrazioni hanno il compito di far sentire la propria vicinanza concreta alle popolazioni terremotate. Soprattutto adesso, a qualche mese di distanza dal sisma, non bisogna abbassare la guardia”.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.