Quantcast

Diario da Londra: We want to dream again!

La cerimonia di apertura delle olimpiadi 2012 vissuta assieme ad amici inglesi è stata un’esperienza straordinaria. L’emozione era palpabile e anche il loro orgoglio di essere il paese organizzatore. 

Più informazioni su

We want to dream again!
 
La cerimonia di apertura delle olimpiadi 2012 vissuta assieme ad amici inglesi è stata un’esperienza straordinaria. L’emozione era palpabile e anche il loro orgoglio di essere il paese organizzatore. Il brano della Tempesta di Shakespeare, recitato in quel maestoso scenario, è stato l’inizio di un crescendo da brivido! Si è letto il fortissimo spirito di appartenenza al paese e la voglia e l’energia di andare sempre avanti. 
Presente, passato e futuro fusi in modo armonioso e spettacolare.
Londra in ogni angolo parla di questo grande evento sportivo, ovunque ci si imbatte in iniziative legate al momento olimpico, anche se la vita in città sembra scorrere normalmente. 
Alla Tate Gallery le mostre di Edward Munch e Damien Hirst riscuotono grande successo e sono frequentatissime. Sono numerosissimi gli artisti di strada, musicisti e giocolieri da South Bank al Royal National Theatre.
Impagabile vedere i giganteschi 5 cerchi sul Tamigi dall’alto del London Eye, la stupenda ruota panoramica di Londra che non registra un attimo di sosta!
Il tutto illuminato da un caldo sole.
In questa prima giornata anche 5 medaglie per l’Italia!!

Roberta Bertuzzi 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.