Quantcast

Irlanda in Musica, a Bobbio arriva l’accordion di Mairtin O’Connor

Dopo il primo emozionante week end, in cui gli irlandesi Electric Ceili ed i nostri Modena City Ramblers hanno aperto le danze della quindicesima edizione, per Irlanda in Musica è in arrivo il secondo intensissimo week end di festeggiamenti e grande musica live.

Più informazioni su

Dopo il primo emozionante week end, in cui gli irlandesi Electric Ceili ed i nostri Modena City Ramblers hanno aperto le danze della quindicesima edizione, per Irlanda in Musica è in arrivo il secondo intensissimo week end di festeggiamenti e grande musica live.

Come di consueto, il primo appuntamento è fissato per il venerdì sera, il 13 luglio, quando sul palco della bellissima Piazza San Colombano a Bobbio si esibirà, accompagnato dalla sua band, l’accordionist più famoso dell’Isola di Smeraldo: Mairtin O’Connor. Nel corso degli anni, sono arrivati in Valtrebbia per la rassegna organizzata da Comune di Bobbio e Fedro scs tutti i più grandi nomi sulla scena della musica Irish, al lungo elenco degli ospiti prestigiosi mancava però questo personaggio tanto amato quanto conosciuto sia in patria che fuori.

Originario di Galway, Mairtin O’Connor viene da una famiglia profondamente musicale, che lo ha portato ad imbracciare il primo strumento all’età di soli nove anni, e se questa non è certo un’eccezione per chi si trovi a nascere lassù in Irlanda, di certo non è da tutti raggiungere certe vette. Il suo nome è spesso associato allo show  Riverdance, uno spettacolo di musica e danza, che a partire dalla metà degli anni ’90, dai teatri irlandesi ha raggiunto prima Broadway e poi tutto il mondo, diventato ormai un classico in cartellone nelle più importanti stagioni teatrali, di cui Mairtin O’Connor è stato tra i primi perfmormes.
La sua esperienza con Riverdance rappresenta però soltanto una esigua parte della sua carriera, iniziata diversi anni prima.  Il suo primo album, The Connachtman’s Rambles,  è datato infatti 1979: un lavoro che gli ha permesso di affermarsi come musicista professionista, permettendogli di portare avanti una carriera e diversi progetti in solo, affiancati ad una pure intensa attività al fianco di numerosi altri musicisti e band.
Dall’83 all’87, ad esempio, Mairtin è tra le file della band più importante e popolare in circolazione: i De Dannan.

Oltre ad essere un ottimo musicista, Mairtin è anche un prolifico autore, e molti dei suoi tunes possono essere ascoltati negli album di diversi artisti e durante concerti in ogni parte del mondo. Tra i musicisti con cui ha lavorato figurano Mark Knopfler,  Elvis Costello,  The Chieftains, Davy Spillane, Maire Brennan, The Waterboys… Numerose sono inoltre le partecipazioni dell’accordionist di Galway a colonne sonore di film per la TV e il cinema.

Se quando suona con altri, Mairtin O’Connor tende a restare più fedele alla tradizione, è nei suoi lavori da solista, o con le formazioni da lui fondate che apre le porte alla sperimentazione e alle contaminazioni provenienti da differenti culture. La Mairtin O’Connor Band che salirà sul palco di Irlanda in Musica a Bobbio il prossimo venerdì è un’entità musicale coesa, che ha fatto tesoro delle innumerevole esperienze artistiche del suo fondatore e dei suoi membri. Mairtin ed i due musicisti che lo affiancano dal 2001, hanno costruito un formidabile rapporto musicale grazie ai numerosi concerti e all’imponente lavoro in studio. I tre hanno registrato insieme gli album Road West, Rain of Light, Crossroads ed il nuovissimo Going Places, uscito a Marzo 2012.

Al fianco di Mairtin ed al suo accordion, o organetto diatonico, a Bobbio ci saranno  il violinista Cathal Haydenk, più volte vincitore dell’importante manifestazione All-Ireland Championship in Irish Music, che si dividerà tra il suo amato fiddle ed il Banjo, ed il chitarrista di Sligo Seamie O’Dowd, un vero portento che si è guadagnato l’attenzione del grande pubblico suonando praticamente ovunque nel mondo insieme alla sua ex formazione, i leggendari Dervish.

Come di consueto, la serata di venerdì 13 luglio comincerà ben prima dell’orario del live della Mairtin O’Connor Band (le 21:30): dalle ore 19:30 sarà possibile accedere a Piazza San Colombano per cenare agli stand gastronomici, che accanto all’eccellente calendario artistico ed alla suggestiva location creano il trittico perfetto che fa di Irlanda in Musica una rassegna tanto longeva e tanto amata da piacentini e turisti.  Quest’anno ancora più del solito, si è puntato ad offrire proposte gastronomiche di altissima qualità, puntando in particolare su prodotti locali, una scelta che è stata ampiamente premiata dal pubblico accorso a Bobbio nello scorso fine settimana per i concerti degli Electric Ceili e dei Modena City Ramblers. Le specialità di carne, grigliate, hamburgers, salamelle e T-Bone, così come il pane ed i primi piatti sono a Km Zero, proprio come a Km Zero sono anche le birre artigianali prodotte in Valtrebbia dal Birrificio Agricolo Duchessa (che si affiancano però alle classiche -immancabili- Irish d’importazione Guinness e Kilkenny).

Il biglietto per il concerto della Mairtin O’Connor Band di venerdì 13 luglio potrà essere acquistato presso le biglietterie poste all’ingresso di Piazza San Colombano a partire dalle ore 19:30 ed avrà un costo di 10 euro (ingresso gratuito per over  70 e under 10).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.