Quantcast

L’invito della Regione: “Donate il sangue prima delle vacanze”

“Quest’anno l’appello a donare prima delle vacanze, si arricchisce di una motivazione in più. Oltre ai motivi tradizionali legati al fatto che in estate aumenta il bisogno di sangue, quest’anno si aggiungono le difficoltà nella raccolta nei luoghi colpiti dal terremoto.

Più informazioni su

Politiche per la salute. Invito a donare sangue prima delle vacanze. Assessore Lusenti: “Quest’anno l’invito ha una motivazione in più: superare le difficoltà nella raccolta nelle zone colpite dal terremoto”

Bologna, 17 luglio 2012 – “Quest’anno l’appello a donare prima delle vacanze, si arricchisce di una motivazione in più. Oltre ai motivi tradizionali legati al fatto che in estate aumenta il bisogno di sangue, quest’anno si aggiungono le difficoltà nella raccolta nei luoghi colpiti dal terremoto. Sedi di Avis, Fidas e alcuni ospedali che ancora sono inagibili, per cui i donatori di quei territori riescono con più difficoltà a mettere a disposizione il loro sangue”.
Così si è rivolto ai donatori di sangue l’assessore alle politiche per la salute Carlo Lusenti in una intervista video che rilancia l’appello che Regione Emilia-Romagna insieme alle associazioni Avis e Fidas all’inizio di ogni periodo estivo rivolgono ai donatori emiliano romagnoli affinchè facciano una donazione di sangue prima del riposo estivo. D’estate, infatti, il bisogno di sangue aumenta per la presenza delle centinaia di migliaia di turisti che affollano la riviera, le città d’arte, le aree appenniniche e perché, anche d’estate, l’Emilia-Romagna intende continuare nel contributo di solidarietà alle Regioni che non riescono a soddisfare i loro bisogni con la loro raccolta. Inoltre, come ha precisato l’assessore Lusenti, quest’anno c’è una motivazione in più per donare sangue: il terremoto, che ha colpito in modo particolarmente grave le province di Modena e Ferrara, ha modificato l’organizzazione nelle modalità di raccolta e prelievo in alcune sedi dichiarate inagibili o momentaneamente chiuse per precauzione. E per sopperire a eventuali carenze di raccolta in zone dove il terremoto ha colpito forte e dove la popolazione sta vivendo in condizioni molto disagiate, è importante che in tutte le province si effettuino donazioni di sangue durante l’estate.

Per questa “campagna estiva” di promozione delle donazioni, l’invito a donare viene inviato ad ognuno degli oltre 160mila donatori abituali dell’Emilia-Romagna attraverso sms ed e-mail da parte delle associazioni Avis e Fidas. Si tratta di un piccolo “promemoria”, un post it con un semplice messaggio “Sappiamo di poter contare su di te. Come ogni estate, e in questa estate in particolare. Passa a donare prima di partire” accompagnato da un breve testo di spiegazione e di ringraziamento.

Per ulteriori informazioni, i donatori e le donatrici possono rivolgersi alle loro associazioni, ai Servizi trasfusionali di riferimento, o consultare il sito web della Rete regionale sangue dell’Emilia-Romagna www.saluter.it/sangue o il portale del Servizio sanitario regionale dell’Emilia-Romagna www.saluter.it
Tutte le informazioni sulla donazione sono assicurate anche dagli operatori del numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033, attivo tutti i giorni feriali dalle ore 8,30 alle ore 17,30 e il sabato dalle ore 8,30 alle ore 13,30.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.