Quantcast

Ospedale, Lusenti replica Pollastri: “Valuteremo ogni singola struttura”

Spending review o meno, la strada intrapresa dall’Emilia-Romagna per “la diminuzione dei costi e l’efficientamento delle prestazioni sanitarie” è quella “dell’accorpamento delle stesse funzioni tra più aziende sanitarie, senza ridurre i servizi per i cittadini”.

Più informazioni su

Spending review o meno, la strada intrapresa dall’Emilia-Romagna per “la diminuzione dei costi e l’efficientamento delle prestazioni sanitarie” è quella “dell’accorpamento delle stesse funzioni tra più aziende sanitarie, senza ridurre i servizi per i cittadini”. Lo ribadisce l’assessore regionale alle Politiche per la salute, Carlo Lusenti, rispondendo durante il question time in Assemblea legislativa ad una interrogazione del consigliere Andrea Pollastri (Pdl) sul rischio di chiusura dei due piccoli ospedali di Bobbio e della Valtidone, in provincia di Piacenza.

Lusenti spiega che il decreto del Governo per la riduzione delle spese nella sua versione definitiva non prevede più il limite minimo di 120 posti per la sopravvivenza della struttura sanitaria, che avrebbe riguardato 25 ospedali in Emilia-Romagna, ma un rapporto massimo di 3,7 posti letto ogni 1.000 abitanti: un dato sensibilmente inferiore alla media regionale di 4,6 posti letto ogni 1.000 abitanti, con alcune province che arrivano fino al 5,6. Compito della Regione sarà quindi valutare il ruolo svolto dalle singole strutture e poi provvedere alle riduzioni, da effettuare entro il 30 novembre 2012.

Pollastri si è definito parzialmente soddisfatto della risposta: pur apprezzando la precisione di Lusenti, il consigliere sottolinea come l’assessore abbia “evaso e eluso i quesiti specifici sui due ospedali di Bobbio e Valtidone”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.