Quantcast

Polledri alla prima uscita di Maroni in Emilia: “Cambiare decreto terremoto”

Migliorare il decreto appena approvato dal Parlamento è una priorità. Una delle conseguenze più gravi del terremoto è la chiusura di tante attività produttive: occorre lavorare per creare le condizioni affinché si torni ad investire

Più informazioni su

Polledri presente alla prima uscita di Maroni in Emilia

Roma, 14 luglio 2012. «Migliorare il decreto appena approvato dal Parlamento è una priorità. Una delle conseguenze più gravi del terremoto è la chiusura di tante attività produttive: occorre lavorare per creare le condizioni affinché si torni ad investire nelle zone colpite dando alle aziende la possibilità di accedere al credito in modo più semplice e dando il giusto tempo per un adeguamento alle normative».

Lo dice Massimo Polledri, deputato della Lega Nord a margine dell’incontro tenutosi a Bondeno, in Emilia, con gli amministratori territoriali della Lega Nord e con le associazioni di categoria sui temi relativi alla ricostruzione post-terremoto cui ha partecipato il neo segretario Maroni, alla presenza di altri deputati e consiglieri regionali del Carroccio.

«L’Emilia ha ricevuto meno soldi di tutte le altre zone terremotate e non può essere abbandonata dal Governo. La Lega ha chiesto l’istituzione di una No Tax Area e nei prossimi giorni avanzeremo altre proposte concrete. Servono idee chiare e la Lega le ha. Condivido inoltre pienamente le parole di Maroni sull’immigrazione: in questo momento è un fenomeno che non possiamo permetterci, in quanto incide fortemente su quel modello sociale che la Lega intende difendere fortemente», conclude Polledri.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.