Quantcast

Province eliminate Botta e risposta tra Pd e Idv

Al comunicato dell’Italia dei valori che invita Massimo Trespidi a dimettersi, ricordando il proprio impegno per l’eliminazione delle province, risponde Marco Bergonzi, capogruppo in Provincia del Partito democratico.

Al comunicato dell’Italia dei valori (riportato sotto), che invita Massimo Trespidi a dimettersi, ricordando il proprio impegno per l’eliminazione delle province, risponde Marco Bergonzi, capogruppo in Provincia del Partito democratico.
 
Se neppure la difesa del nostro territorio, della nostra comunità, dall’ evidente impoverimento rappresentato dalla prospettiva di perdere la Provincia (e conseguentemente Prefettura, Questura, Camera di Commercio, INPS, INAIL e via dicendo) e’ questione sufficiente per anteporre all’ interesse politico di bottega l’interesse dei Piacentini tutti, allora non vale neppure la pena di replicare.
Noi sosteniamo che Piacenza vada difesa da questa spoliazione che rischia di comportare perdita di posti di lavoro ed il certo trasferimento di centri decisionali e di autonomia nelle scelte ed e’ evidente che il modo più efficace per difenderla e’ farlo con la massima unita’ d’intenti nella più ampia unita’ di tutta la comunità. Non ci si difende andando a casa, scendendo dalla nave.  Se non lo si comprende e’ grave, se lo si comprende, ma lo si ignora volutamente e’ ancora peggio.

Marco Bergonzi
Capogruppo PD in Consiglio Provinciale

Provincia; IdV: “Pd sbaglia il messaggio, Trespidi torni pure a fare il professore”

“E’ del tutto paradossale che il Pd inviti Trespidi, che è del Pdl, a non dimettersi. A nostro avviso, lo sottolineiamo per non rischiare noi di essere confusi con altri, se il presidente della Provincia tornasse a fare il professore di filosofia a tempo pieno già da oggi, sarebbe solo in ritardo”. Così la segreteria provinciale dell’Italia dei Valori ha voluto commentare la conferenza stampa del Partito Democratico dell’altro giorno con, presenti, il segretario Vittorio Silva, la parlamentare Paola De Micheli e il capogruppo il consiglio provinciale Marco Bergonzi.

“Sbagliano dunque i vertici del Pd piacentino ad invitare Trespidi a non dimettersi perché è per noi un pessimo segnale che viene mandato ai cittadini di una casta che tutela innanzitutto se stessa. – ha proseguito la segreteria provinciale dell’Idv in una nota – La nostra posizione sul tema delle Province è chiara e netta da sempre: vanno abolite tutte, non ridotte o accorpate”.

“Ci dispiace quindi che la recente minaccia di dimissioni fatta da Trespidi, paladino innanzitutto delle poltrone del suo Ente, abbia incantato i nostri alleati del Pd. Perché non crediamo sarà il permanere delle sua figura, né tanto meno l’esistenza dell’Ente da lui rappresentato, che potrà meglio tutelare i 150 anni di storia di questa provincia che resisteranno al di là di ogni anacronistico campanilismo di facciata”.

“Trovare poi un motivo per cui Trespidi si debba dimettere, anche subito, non è difficile: a partire da un bilancio fallimentare di questi suoi tre anni di mandato sulle tematiche dell’Ambiente e del lavoro al caso Allegri”.
“Per il resto – ha concluso la segreteria IdV – vale la massima andreottiana, che Trespidi da ex Dc dovrebbe conoscere bene, secondo la quale in politica le dimissioni non si minacciano ma si danno. Quindi se Trespidi se ne vorrà andare anzitempo, faccia pure”.

Segreteria provinciale Italia dei Valori
Piacenza

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.