Quantcast

“Rivuoi il cellulare? Dammi 50 euro”. Denunciato

"Rivuoi il cellulare? Dammi 50 euro". E’ la richiesta che una dottoressa piacentina si è sentita rivolgere da uno sconosciuto che era entrato in possesso del suo telefonino. All’appuntamento per lo scambio però si è presentata anche la polizia e l’uomo è stato denunciato.

“Rivuoi il cellulare? Dammi 50 euro”. E’ la richiesta che una dottoressa piacentina si è sentita rivolgere da uno sconosciuto che era entrato in possesso del suo telefonino. All’appuntamento per lo scambio però si è presentata anche la polizia e l’uomo è stato denunciato. 

La donna aveva scoperto di essere stata derubata una volta arrivata in ospedale. Composto il proprio numero telefonico, si era sentita rispondere da uno sconosciuto: spiegando l’importanza del cellulare per il proprio lavoro, aveva tentato di convincerlo a riconsegnarlo offrendosi di pagare dieci euro. Ma il malvivente, saputo della professione della sua vittima, aveva deciso di alzare la richiesta pretendendo da lei 50 euro.

I due si sono così accordati per incontrarsi qualche ora dopo in piazza Duomo a Piacenza. La dottoressa ha però avvertito la polizia e con lei all’appuntamento si sono presentati gli uomini della squadra mobile. Una volta avvenuto lo scambio l’uomo, un 37enne marocchino con diversi precedenti alle spalle, è stato bloccato mentre cercava di allontanarsi in bicicletta.

Condotto in questura, gli agenti hanno trovato in suo possesso anche un mazzo di chiavi, delle quali ha detto di non sapere nulla. Non si era accorto che nella custodia in cui erano contenute si trovava anche la fotocopia della carta d’identità della proprietaria, una signora piacentina residente in città. Anche lei, come il medico, era stata derubata quella stessa mattina mentre si trovava all’interno di un supermercato cittadino. Al termine degli accertamenti il 37enne è stato denunciato a piede libero per ricettazione e furto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.