Quantcast

8 Agosto 1944. Gropparello rievoca la Liberazione FOTO foto

Una giornata di manifestazioni per ricordare il passaggio alla democrazia. E’ quella che mercoledì ha vissuto Gropparello:era l’8 agosto 1944 quando il paese venne liberato da parte di reparti della Trentottesima brigata e dell’Istriano (Distaccamento Salami)

Più informazioni su

Una giornata di manifestazioni per ricordare il passaggio alla democrazia. E’ quella che mercoledì ha vissuto Gropparello:era l’8 agosto 1944 quando il paese venne liberato da parte di reparti della Trentottesima brigata e dell’Istriano (Distaccamento Salami).

Tanti gli appuntamenti, a partire dalla presentazione in Comune di “8 agosto 1944”, progetto di ricerca storica promosso dall’Amministrazione Comunale a cui hanno aderito l’ANPI – Sezione di Gropparello/Carpaneto, il Museo Storico della Resistenza Piacentina e alcuni volontari del paese e che ha coinvolto anche la locale scuola media ed il castello di Gropparello. Un esperimento di riappropriazione della memoria collettiva attraverso il quale la comunità di Gropparello vuole rinsaldare il ricordo di un evento fondante della propria storia.

Proprio il castello del paese, teatro di combattimenti durante la lotta partigiana, in occasione della presentazione del lavoro di ricerca è stato aperto per una visita guidata gratuita con l’introduzione storica di un rappresentante del Museo della Resistenza di Sperongia. Attraverso il racconto dettagliato dei movimenti, dei combattimenti e della lotta che rese di nuovo libera la comunità locale, sono stati rievocati quei passi decisivi che costituiscono il tessuto connettivo della nostra società, democratica e fondata sull’eguaglianza.

A chiudere il programma, insieme all’allestimento di una mostra fotografica e alla proiezione di un video sul percorso didattico dei ragazzi della scuola media, nella piazza di Gropparello il concerto del Coro Farnesiano di Piacenza diretto dal maestro Mario Pigazzini con canzoni sul tema della guerra partigiana.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.