Quantcast

A Piacenza una due giorni di recital e installazioni contro la violenza sulle donne

Cosa succede nei giorni 1 e 2 Settembre 2012 al Cantiere Simone Weil a Piacenza? In questi due giorni si aprirà una installazione sulla violenza a Ciudad Juarez, ma non solo, che parlerà anche del femminicidio e della violenza contro la donna in atto in tutti i paesi del mondo.

Più informazioni su

Cosa succede nei giorni 1 e 2 Settembre 2012 al Cantiere Simone Weil a Piacenza? In questi due giorni si aprirà una installazione sulla violenza a Ciudad Juarez, ma non solo, che parlerà anche del femminicidio e della violenza contro la donna in atto in tutti i paesi del mondo.
 
Il giorno 1 settembre l’installazione ospiterà una performance teatrale riduzione dello spettacolo “Vittime della globalizzazione – Maquiladoras”. La performance verrà ripetuta per due volte alle sera , il sabato 1 settembre e alla domenica 2. Questa installazione speriamo serva a far conoscere la realtà terribile di Ciudad Juarez e che sia di stimolo alle organizzazioni nazionali ed internazionali perché condannino fermamente questi fatti inconcepibili nel nostro secolo .
 
Ciudad Juarez è la punta dell’iceberg di questa violenza, infatti si sta espandendo con le stesse caratteristiche in tutto il centro America: Honduras, Guatemala,ecc.
Con caratteristiche analoghe o solo di genere, la violenza si sta manifestando in tutto il mondo, dalla Cina al Sud Africa, dalla Russia all’Italia.
 
Nel settembre 2011 un gruppo di giovani scrittori di Ciudad Juarez, guidato da Antonio Flores, Kuvia Chairez e Edbard Rincon Luna da vita a “ Incontro degli scrittori a Ciudad Juarez” la cui finalità è l’utilizzo della parola soprattutto in quei luoghi dove la violenza divora sogni collettivi. Ciudad Juárez è una delle città più pericolose al mondo e questo gruppo di attivisti per la pace e la convivenza stanno lavorando per recuperare la dignità e gli spazi pubblici, in modo che uscire in strada, frequentare la scuola, comprare cibo o andare a lavorare non siano più attività in grado di mettere a rischio la vita di nessuno. Il progetto per sostenerli consiste nell’organizzare una lettura di testi o poesie il 1 SETTEMBRE 2012, in qualsiasi luogo o angolo del pianeta, a qualsiasi ora, per qualsiasi durata e con la partecipazione di quanti lo vogliano fare. Questi “Recital solidali” si svolgeranno contemporaneamente in 122 città e paesi che hanno aderito in 23 stati di 4 continenti.
 
Cantiere Simone Weil si trova in Piacenza
via Giordano Bruno 4.
Orari Installazione e Letture:
Sabato 1 e Domenica 2 ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 16.00 alle 20.00
Orari Performance Teatrale:
Sabato 1 alle ore 21.15 con replica alle ore 22.15
Domenica 2 alle alle ore 21.15
IDEAZIONE INSTALLAZIONE E PERFORMANCE
SILVANA TRUCCHI – GUIDO LAVELLI – LAURA MONTANARI
Hanno lavorato per la messa in scena :
ILARIA BERNAZZANI – STEFANIA COLOMBI – TALITA FERRI – ETTORE GENTILI – LUCA ISIDORI – BIBIANA MAFFI – FRANCESCA POGGI
VIDEO
Gianni Cravedi
Jessica Lavelli
Marcello Marchesini
POESIE ORIGINALI
Annalisa Ballarini
Guido Lavelli
RINGRAZIAMENTI
Comune di Piacenza
Provincia di Piacenza
Casa Editrice Vicolo del Pavone
Centro Italo Tedesco di Piacenza
Per le traduzioni:
Daria Calza – Stefania Cherchi – Claudia Delgiudice – Francesca Pisani
Per la performance teatrale
è obbligatoria la prenotazione dati i posti limitati.
Laura 333 538 9143 – laura.montanari@san-giacomo.it

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.