Quantcast

Appennino Festival, al Parco Monte Moria si balla con la Banda Brisca

Sarà un pomeriggio di mezza estate all’insegna del ballo popolare e delle degustazioni delle specialità del territorio piacentino quello che giovedì 16 agosto alle 15.30 vedrà protagonista la Banda Brisca al faggeto del Parco Provinciale del Monte Moria di Morfasso

“Non esiste posto dove non si possa danzare”. Parte da questo presupposto la Banda Brisca, gruppo ligure che da anni si caratterizza per la continua ricerca e l’approccio professionale che guida le sue esibizioni dedicate al repertorio popolare delle Quattro Province: non è dunque un caso che la formazione faccia tappa anche all’interno dell’Appennino Festival, manifestazione dedicata alla promozione e alla valorizzazione delle tradizioni musicali dell’Appennino nord-occidentale (e delle province di Piacenza, Genova, Pavia e Alessandria) diretta artisticamente da Maddalena Scagnelli.

L’appuntamento è giovedì 16 agosto alle 15.30 nella suggestiva location del faggeto del Parco Provinciale del Monte Moria, nel Comune di Morfasso: proprio lì infatti è in programma il nuovo appuntamento della kermesse che per un pomeriggio metterà insieme musica ed enogastronomia, ballo e tavola per celebrare degnamente il cuore dell’estate. L’evento infatti non prevede solamente una ricca rassegna di balli e danze antiche e riscoperte dai Banda Brisca che le hanno recuperate dalle tradizioni liguri, piemontesi e francesi: l’appuntamento offre anche l’occasione per allestire un gustoso picnic in un luogo delizioso come il faggeto del Parco Provinciale del Monte Moria e dunque apprezzare le specialità e i prodotti tipici del territorio piacentino.

Ecco allora che le danze della cultura tradizionale e quelle di coppia possono risultare ancora più appetibili: ecco che il ballo, quello di monferrine e alessandrine, gighe e polke, valzer e mazurke si accompagna alla danza della forchetta per ricreare quell’atmosfera di festa semplice e di paese che animava i borghi del tempo che fu. È questo un nuovo modo per ritrovarsi e solidarizzare in nome di una tradizione antica che non vuole e non viene dimenticata, ma anzi rivive nelle musiche e nelle cantilene, nelle filastrocche e nelle danze che la Banda Brisca propone da ormai tanti anni, avendo all’attivo più di mille concerti e corsi di danze dell’Appennino ligure e piemontese in Italia ma anche in Irlanda, Svizzera, Franza, Germania, Scozia, Paesi Baschi, Belgio e Portogallo, oltre che tre cd, “BandaBrisca”, “Vola stornello pungolo” e “Io ballo brisco”.

Merita infine una nota a parte il Parco Provinciale del Monte Moria, che occupa una superficie di oltre mille ettari nei comuni di Morfasso e Lugagnano e si caratterizza per essere un’oasi naturale apprezzata e rinomata non solo nel territorio piacentino, al punto da essere stata scelta come location per il set dello storico sceneggiato Rai “La freccia nera”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.