Quantcast

Diritto allo studio universitario, aperto il bando regionale 2012/13

E’ aperto il bando di Er.Go, l’Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori, per l’assegnazione di servizi e benefici agli studenti universitari dell’Emilia Romagna per l’anno accademico 2012/2013.

Più informazioni su

E’ aperto il bando di Er.Go, l’Azienda Regionale per il Diritto agli Studi Superiori, per l’assegnazione di servizi e benefici agli studenti universitari dell’Emilia Romagna per l’anno accademico 2012/2013. Sono messi a bando alloggi, borse di studio, contributi per la ristorazione, prestiti e contributi per esperienze di studio e lavoro all’estero, servizi e contributi per i disabili. E’ possibile presentare la domanda esclusivamente on line sul sito di Er.Go all’indirizzo www.er-go.it.

“I bandi di concorso sostanzialmente confermano l’assetto e i contenuti degli anni precedenti, garantendo in tal modo ai ragazzi stabilità e continuità sulle modalità di accesso ai servizi ed interventi per il diritto allo studio universitario – dice l’assessore regionale all’Università Patrizio Bianchi – Un ottimo risultato, per il quale desidero ringraziare il presidente, il direttore e tutto il consiglio d’amministrazione di Ergo, anche per le iniziative intraprese durante l’emergenza del terremoto”.

Borse di studio e altri interventi finanziari

Le borse di studio hanno un valore che varierà tra un minimo di 1.402 ad un massimo di 5.073 euro annui, sulla base delle condizioni economiche dello studente e della condizione di studente pendolare, fuori sede o in sede.

Lo scorso anno accademico sono stati soddisfatti 17.505 studenti per una spesa in denaro e servizi di oltre 67 milioni di euro.

Di fatto tutti gli studenti idonei alla borsa di studio hanno ricevuto un intervento in denaro. Alle 16.822 borse assegnate a dicembre dall’Azienda si sono aggiunti gli interventi delle Università di Bologna, Ferrara, Modena e Reggio Emilia e Parma che hanno concorso con propri finanziamenti per un importo complessivo di 1.186.484,15 euro. L’Azienda ha garantito agli studenti che hanno fruito dell’intervento dell’Università e che sono ospiti nelle Residenze la gratuità dell’alloggio, oltre a un contributo per l’accesso al servizio ristorativo di 200 euro.

Il numero di domande e il numero di idonei alla borsa di studio (nonché ovviamente l’entità della spesa per l’erogazione degli interventi e servizi) è in costante aumento negli anni (v. tabella allegata), a dimostrazione anche dell’accessibilità dei servizi di ER.GO.

Alle borse di studio si affiancano altri interventi:

– i prestiti fiduciari, che possono arrivare fino ad un importo di 23mila euro e che costituiscono una forma di finanziamento a condizioni particolarmente agevolate e senza la necessità di presentare garanzie;

– gli assegni formativi compresi tra 2.000 e 4.000 euro per favorire l’accesso e la frequenza a Master, corsi di Alta Formazione e specializzazione all’estero;

– i contributi per percorsi accademico/formativi connessi a obiettivi di sviluppo regionale di valore fino ad un massimo di 2.000 euro;

– gli interventi straordinari, del valore massimo di 2000 euro, per studenti in situazione di particolare difficoltà.

Infine, Er.Go punta a favorire la partecipazione a programmi di mobilità internazionale, con contributi per un totale di 200 mila euro, che vanno a sostegno delle spese di vitto e alloggio sostenute all’estero per studio e/o tirocinio. La mobilità internazionale viene supportata anche attraverso informazioni sulle opportunità di formazione e tirocinio in 22 paesi europei, Nord America, Cina, India, Giappone, Australia, Russia, Marocco e Tunisia.

Alloggi

Sono oltre 3.000 gli alloggi disponibili nelle Residenze Universitarie di Bologna, Cesena, Ferrara, Forlì, Modena, Parma, Reggio Emilia e Rimini. Gli alloggi sono prioritariamente destinati agli studenti in graduatoria, quindi in possesso dei requisiti economici e di merito previsti dal bando di concorso. I posti temporaneamente liberi sono disponibili per una platea più vasta di utenti, a condizione che abbiano rapporti con le Università e gli altri istituti formativi presenti nel territorio (professori, ricercatori, studenti stranieri che partecipano a progetti di mobilità, ecc). Questi posti sono prenotabili nel borsino on-line dove è possibile visualizzare le soluzioni abitative, effettuare la prenotazione e il pagamento per il periodo di soggiorno prescelto. E’ un servizio ormai collaudato e che riscontra un discreto successo, soprattutto tra gli studenti stranieri che vengono nella nostra regione per periodi brevi di studio e ricerca, non coincidenti con l’intero anno accademico. Nell’anno 2011 le ospitalità temporanee hanno interessato 744 utenti.

Il quadro degli alloggi per l’a.a. 2012/2013 è il seguente:

Bologna: 1465 (numeri posti letto)
Cesena: 22
Forlì: 120
Rimini: 90
Ferrara: 313
Modena: 462
Reggio Emilia: 115
Parma: 618

A Modena si registra un incremento di 109 posti letto grazie al completamento dei lavori di ristrutturazione della Residenza San Filippo Neri e all’ampliamento della Residenza Allegretti. Quest’ultimo intervento costituisce per altro un importante esempio di razionalizzazione degli spazi pubblici, poiché le nuove disponibilità abitative si creano grazie ad una contrazione degli spazi adibiti ad uffici.

A Ferrara ci sarà la disponibilità della nuova Residenza Santa Lucia, poiché da parte dell’Università sono stati ultimati i lavori di ristrutturazione di un immobile di grande prestigio e di grande valore storico per la città. La Residenza ha una capienza di 123 posti che, purtroppo, nell’immediato non potranno essere compiutamente utilizzati per ospitare parte degli uffici dell’Università di Ferrara e gli uffici dell’Azienda a causa dell’inagibilità delle strutture in cui erano ubicati prima del sisma del 20 e 29 maggio.

Il sisma

Gli eventi sismici hanno causato altre situazioni di inagibilità sempre a Ferrara, in particolare nelle Residenze D’Arezzo, Mortara e Giovecca: gli studenti sono stati trasferiti in altre strutture già dal 20 maggio, per garantire loro le migliori condizioni di sicurezza.

Anche la mensa è stata temporaneamente chiusa e l’Azienda ha effettuato i lavori di ripristino con estrema urgenza, al fine di consentire la riapertura di un importante servizio per la popolazione universitaria ferrarese. ER.GO sta collaborando con le altre istituzioni ferraresi (Università, Comune, ecc), per “minimizzare” gli effetti negativi del terremoto nella vita quotidiana della comunità cittadina. Verso il ritorno alla normalità, il chiostro della residenza universitaria Santo Spirito, Er-Go ha ospitato dal 16 al 27 luglio la rassegna del rione “NIGHT E BLUES – 10 concerti nel segno della buona musica”.

Infine, come aiuto concreto per gli studenti già destinatari dei servizi dell’Azienda dell’Università di Ferrara e dell’Università di Modena e Reggio Emilia, si prevede lo slittamento al 20 settembre della scadenza del 10 agosto per maturare i crediti necessari per rimanere all’interno del sistema dei servizi.

Sportello unico per gli studenti internazionali

Er.Go. ha attivato da quest’anno un servizio prevalentemente on-line, accessibile dal sito dell’Azienda, che contiene informazioni molto importanti per gli studenti stranieri al momento di arrivo nella nostra regione. Un punto di accoglienza, orientamento e informazioni per gli studenti stranieri che scelgono le Università e gli Istituti dell’Alta Formazione Artistica e Musicale della Regione Emilia-Romagna come sede dei propri studi.  Il servizio offre il supporto informativo per le pratiche di immatricolazione e iscrizione ai corsi e il riconoscimento dei titoli accademici, supporto informativo per corsi di studio, assistenza in fase precedente all’immatricolazione per coloro che non avessero ancora acquisito una padronanza della lingua italiana tale da essere pienamente autonomi e servizi per il diritto allo studio erogati da ER.GO (alloggi, borse di studio, mense, sale studio, tempo libero, assistenza sanitaria ecc.). Un aiuto specifico è garantito nella fase di presentazione della domanda di benefici con video tutorial in inglese, francese, arabo e cinese.

Sono inoltre attivi altri canali informativi: Call Center 051-6436900, il Servizio on-line ER.GO Risponde (grazie ad un percorso guidato, con tre semplici “click” del mouse gli studenti possono ricevere automaticamente la risposta a tutti i propri dubbi relativi al bando) e il Dossier Studente (contenitore on-line di tutte le informazioni più rilevanti sulla posizione dello studente in relazione all’Azienda). /BM

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.