Quantcast

“Il Palazzo unico degli Uffici resta l’obiettivo dell’amministrazione” foto

Lo ha spiegato l’assessore comunale all’urbanistica Silvio Bisotti nel corso del consueto briefing con la stampa nell’ultima giornata di "ritiro" della giunta comunale al convento dei Frati Minori di S. Maria di Campagna.

Più informazioni su

Terza e ultima giornata del “ritiro” della giunta comunale al convento dei Frati Minori di S. Maria di Campagna. Tra i temi affrontati questa mattina Palazzo Uffici, le aziende partecipate, il Psc e lo sviluppo economico.

PALAZZO UFFICI
– “Il Palazzo unico degli Uffici Comunali resta fra gli obiettivi dell’amministrazione comunale”. Lo ha spiegato l’assessore comunale all’urbanistica Silvio Bisotti nel corso del consueto briefing con la stampa. Bisotti ha affermato che proseguirà “il percorso avviato ormai 8 anni fa per la realizzazione di un palazzo unico. Entro i prossimi due mesi verranno compiute ulteriori verifiche per introdurre eventuali correttivi alla luce del mutato scenario di mercato”.

PIANO STRUTTURALE COMUNALE – Bisotti ha pure puntualizzato che il Piano Strutturale Comunale sarà approvato entro il mese di gennaio: “In consiglio il Psc approderà con tutti i documenti collegati a partire dal prossimo dicembre”. Notizia confermata anche dallo stesso sindaco Dosi che ha spiegato come “la città abbia bisogno al più presto di muoversi secondo le linee del Psc. Abbiamo ribadito la volontà di destinare a parco l’area della Pertite e che all’interno del Psc siano sempre presenti le linee guida del rispetto ambientale e del non consumo di territorio”.

AZIENDE PARTECIPATE – Durante l’incontro di questa mattina si è discusso anche di un eventuale ridimensionamento della presenza comunale all’interno delle aziende partecipate. “Il percorso – spiega l’assessore alle risorse economiche Francesco Timpano  – non è ancora stato definito nel dettaglio, ma si colloca all’interno delle manovre legate alla spending review. L’orientamento è quello di intervenire, dove è possibile, sul peso complessivo degli organi di governo delle partecipate. A questo proposito abbiamo già ridotto di molto i compensi degli amministratori, raggiungendo risparmi che vanno dal 20 al 40 percento introducendo la figura del revisore unico”. Le partecipate restano comunque un punto di riferimento importante perché, continua Timpano, “sono strategiche per assicurare i servizi ai cittadini. Inoltre, c’è sempre da tenere conto che ridurre i compensi degli amministratori può essere rischioso rispetto alla possibilità di individuare persone di grande capacità. C’è perciò da trovare un equilibrio giusto”.

SVILUPPO ECONOMICO – Un forum per la semplificazione burocratica. E questa la novità principale legata al tema dello sviluppo economico emersa dall’incontro di questa mattina. “Avvieremo – dice Timpano – un forum per la semplificazione burocratica grazie all’impegno congiunto tra Amministrazione e associazioni di categoria. Questo è solo il primo impegno in programma di una serie di iniziative legate al sostegno alle imprese, soprattutto a quelle giovanili”. Rientra nel grande tema dello sviluppo economico anche l’argomento università e la ricerca. “A Piacenza il comparto ricerca conta più di mille addetti e la nostra volontà è quella di aumentare questo numero e stabilizzare le posizioni di chi lavora all’interno del settore”, conclude l’assessore.

SMART CITY – Ultima tema sull’agenda del mattino è quella della smart city, il progetto per “una città più intelligente”. A parlarne è lo stesso sindaco Paolo Dosi, che ha spiegato come “proseguano i progetti legati al concetto di smart city già cominciati negli scorsi anni. In programma ci sono iniziative per il risparmio energetico, per il contenimento dei costi e per l’ottimizzazione dei servizi. Tutto questo lo faremo utilizzando fondi europei creati ad hoc”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.