Quantcast

Ok agli anticipi Pac. Coldiretti: “A Piacenza in arrivo 25 milioni”

Approvata la proposta della Commissione europea per consentire agli Stati membri di anticipare al 16 ottobre il 50% dei pagamenti diretti. Barbieri: “Un grande risultato per le aziende colpite dal sisma, ma anche per tutte quelle del nostro territorio

Più informazioni su

A seguito del sisma che ha recentemente colpito l’Emilia, il Veneto e la Lombardia, il Comitato di gestione dei pagamenti diretti della Commissione europea ha deciso di anticipare il pagamento delle risorse finanziarie che, in condizioni normali, sarebbero state disponibili solo a partire dal 1° dicembre 2012.

“Dal 1° agosto, sottolinea il direttore Caa di Coldiretti Emilia Romagna Alessandro Visotti,  gli organismi pagatori delle regioni interessate dal terremoto potranno erogare agli agricoltori delle zone più colpite – 113 Comuni delle provincie di Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Mantova e Rovigo – gli anticipi Pac fino al 50% dei pagamenti diretti; inoltre gli anticipi potranno essere pagati anche a quegli agricoltori che, pur trovandosi in zone diverse da quelle elencate, forniscono latte ai primi acquirenti delle aree colpite. Gli anticipi di pagamento, se effettuati prima del 16 ottobre, non devono superare il limite di 40 milioni di euro”. “Sicuramente un grande risultato, continua Visotti, ottenuto altresì grazie all’azione di Coldiretti, che dai primi giorni del sisma si è da subito attivata  per fare in modo che l’agricoltura, anello primario del sistema agroalimentare, potesse riprendere a produrre. Non dimentichiamo che l’attività agricola non può essere delocalizzata e, nonostante gli enormi danneggiamenti alle strutture, gli imprenditori agricoli sono rimasti nelle aziende e negli allevamenti colpiti”.

Inoltre, per tutti gli altri agricoltori italiani, dichiara Laura Barbieri del Caa Coldiretti Piacenza, l’Unione ha approvato la proposta della Commissione europea per consentire agli Stati membri di anticipare al 16 ottobre il 50% dei pagamenti diretti, in modo da alleviare le difficoltà delle aziende che attualmente si trovano ad affrontare gravi problemi di liquidità, a causa delle estreme condizioni climatiche e della crisi finanziaria in corso. Per il territorio piacentino sono in arrivo circa 24 milioni di euro, (il 50% del totale importo delle oltre 4000 domande Pac presentate)”.

Il Caa di Coldiretti Piacenza, prosegue la Barbieri, ha presentato circa 2500 domande. Ovviamente è inutile sottolineare che il nostro Caa non svolge solo una funzione burocratica; non si limita a compilare istanze, ma segue le procedure facendo tutto il possibile perchè le necessità dell’agricoltura arrivino direttamente alle istituzioni e agli organi decisionali. Questo anticipo è sicuramente un risultato delle nostre azioni”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.