Quantcast

Piano Città del Governo, Foti (Pdl): “Quali proposte del Comune di Piacenza?”

In un’interrogazione rivolta a Dosi, il consigliere comunale Tommaso Foti (PdL) evidenzia che il 5 ottobre scadrà il termine per la presentazione delle proposte da inserire da parte del Ministero delle Infrastrutture nel piano nazionale per le città.

Più informazioni su

Comunicato stampa del consigliere comunale del Pdl Tommaso Foti

In un’interrogazione rivolta al Sindaco Dosi, il consigliere comunale Tommaso Foti (PdL) evidenzia che il 5 ottobre, alla luce di quanto disposto dalla normativa contenuta nel decreto sviluppo e nel successivo decreto ministeriale, scadrà il termine per la presentazione delle proposte da inserire da parte del Ministero delle Infrastrutture nel piano nazionale per le città, dedicato alla riqualificazione di aree urbane con particolare riferimento a quelle degradate.

L’esponente azzurro evidenzia quindi che “le proposte devono essere corredate anche della delibera della giunta comunale di approvazione della proposta di Contratto di valorizzazione urbana (CVU) contenente, tra l’altro, la dichiarazione di disponibilità delle aree o immobili interessati dagli interventi e i progetti relativi agli interventi considerati più prossimi alla cantierabilità, oltre ad relazione sintetica a firma del responsabile del procedimento, di massimo 10 pagine, completa di una stima dei costi con indicazione delle fonti finanziarie a copertura degli stessi”.

Il piano per le città – continua Foti – risulta ad oggi finanziato con 224 milioni di euro, giacenti presso la Cassa Depositi e Prestiti, ma nel complesso le risorse attivabili attraverso l’utilizzo di altri canali di finanziamento dovrebbero aggirarsi sui 2 miliardi di euro: si tratta, dunque, di un’opportunità davvero fondamentale per il recupero urbano che anche il nostro territorio deve potere cogliere”.

Il consigliere del PdL chiede, quindi, al sindaco Dosi “se e quali iniziative abbia assunto o intenda assumere il Comune di Piacenza per la presentazione di una propria proposta da inserire nel piano nazionale per le città” e “se non ritenga doveroso, almeno ai fini informativi, prima dell’eventuale assunzione della delibera della Giunta Comunale di approvazione della proposta di Contratto di Valorizzazione Urbana (CVU), informare dei contenuti della stessa la competente commissione consiliare”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.