Quantcast

Province, il sindaco di Ottone: “Tutto pronto per il sondaggio popolare”

Tutto pronto per il sondaggio popolare che interesserà i residenti del Comune di Ottone, relativamente alla scelta di aggregazione del Comune ad una o altra provincia. In questi giorni la notizia del sondaggio e' stata ripresa da diversi organi di informazione tra cui il Corriere della Sera, che si sono interessati a questo nuovo e moderno strumento utilizzato dal Sindaco di Ottone Giovanni Piazza per tastare il polso dei cittadini del Comune di Ottone.

Più informazioni su

Tutto pronto per il sondaggio popolare che interesserà i residenti del Comune di Ottone, relativamente alla scelta di aggregazione del Comune ad una o altra provincia. In questi giorni la notizia del sondaggio e’ stata ripresa da diversi organi di informazione tra cui il Corriere della Sera, che si sono interessati a questo nuovo e moderno strumento utilizzato dal Sindaco di Ottone Giovanni Piazza per tastare il polso dei cittadini del Comune di Ottone.
 
“Ho trovato – commenta il sindaco Piazza – molto interesse da parte della stampa a questa mia iniziativa che peraltro sta davvero incuriosendo anche tanti amministratori Italiani che evidentemente si trovano a dover portare avanti delle scelte a seguito di questa sorta di riorganizzazione del territorio che vedrà quasi certamente la nostra Provincia di  Piacenza aggregata con realtà vicine quali Parma, Reggio Emilia e Modena. In paese non si parla d’altro e si attende il 9 di Agosto  quando aprirà ufficialmente il seggio dove, tutti i residenti potranno esprimere la propria preferenza rispetto al quesito proposto. Nel contempo apprendendo la notizia, la societa’ Piacentina la Centrale si e’ offerta di realizzare gratuitamente le schede che saranno utilizzate per il voto”.
 
“Mi auguro – conclude il Sindaco – che siano molti i residenti che si rechino al voto, fermo restando che fino alla fine faro’ quanto in mio potere affinché la nostra Provincia di Piacenza possa rimanere in essere, ma non posso permettere che la politica romana possa decidere per quelle che saranno le sorti del mio comune e di conseguenza dei miei cittadini. Questa per me e’ democrazia, fondamento per il quale in Italia ci si e’ battuti e molti uomini e donne ci hanno rimesso la vita”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.