Quantcast

“Purificare le acque del Po”, nuovo tuffo di Mistraletti VIDEO foto

Un tuffo per "purificare le acque del Po". Dopo lo "Sbarco in Lombardia" dello scorso giugno, Carlo Mistralletti si è immerso nuovamente in Po per denunciare lo stato delle acque del Grande Fiume.

Più informazioni su

Un tuffo per “purificare le acque del Po”. Dopo lo “Sbarco in Lombardia” dello scorso giugno, Carlo Mistraletti si è immerso nuovamente in Po per denunciare lo stato delle acque del Grande Fiume. Insieme a lui tre ragazzi provenienti dell’Ecuador, che dopo essersi tuffati dalla sponda piacentina del fiume hanno raggiunto in poco più di dieci minuti la sponda lombarda.

“L’attraversamento del Po è eroismo, martirio o follia? – si chiede Mistraletti prima del tuffo – Una risposta non c’è. La mia impresa serve solo per testimoniare lo stato delle acque del Po e di tutti gli altri fiumi della pianura padana. Purificando le sue acque avremmo notevoli benefici ecologici, sociali e turistici”. Mistraletti ha poi annunicato che a breve il geologo Marchetti presenterà uno studio sulla conservazione delle acque del Po, che il medico piacentino non ha esitato a definire “sconvolgente”.

Mistraletti questa volta ha abbandonato la muta usata in precedenti occasioni per tuffarsi solo in costume. Prima di immergersi Monsignor Casella ha benedetto l’impresa, ricordando a tutti che “il fiume è un dono di Dio e non va distrutto”. Tanti i curiosi che verso mezzogiorno si sono radunati sotto il ponte in via Nino Bixio per accompagnare con un applauso l’avventura di Mistraletti.
A fondo pagina il video del tuffo

cpilive on livestream.com. Broadcast Live Free

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.