Quantcast

Via alle Paralimpiadi di Londra. Gli emiliani in gara

Tra i più attesi il bolognese Alex Zanardi, “matricola” alle Paralimpiadi, ma sicuramente con i numeri per arrivare ad una medaglia. Anche Cecilia Camellini nel nuoto e Azzurra Ciani nel tiro a segno punteranno ad un posto sul podio

Si aprono questa sera con la cerimonia inaugurale le Paralimpiadi di Londra 2012. Tradizionalmente disputate dopo 15 giorni dalla fine delle Olimpiadi e nei medesimi impianti, quelle di quest’anno (quindicesima edizione) saranno le più seguite di tutti i tempi, con il tutto esaurito sugli spalti: ad una settimana dall’inizio erano già stati staccati circa 2,3 milioni di biglietti sui 2,5 disponibili, tanto che il Comitato Organizzatore ha deciso di mettere in vendita altri 140mila tagliandi.

503 le gare in programma, disputate in quindici impianti: sette nel Parco Olimpico, nella zona est di Londra, cinque nel centro della città e tre nelle sedi fuori Londra. L’Olympic Stadium ospiterà la cerimonia di apertura e di chiusurae le gare di atletica, all’Acquatics Center ci saranno le gare di nuoto e allo stadio del basket quella del basket e del rugby in carrozzina.

293 autobus del trasporto urbano londinese sono stati modificati per garantire lo spazio a cinque o sei sedie a rotelle. Il LOCOG (l’organizzazione che cura la pianificazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici) e l’ODA (che gestisce le infrastrutture dei Giochi) hanno modificato gran parte delle strutture: i bagni, le camere, le rampe, per rendere il Villaggio accessibile agli atleti disabili. Anche gli stadi hanno subito delle modifiche: il centro acquatico, lo stadio di basket e il campo da hockey sono stati dotati di posti a sedere più accessibili.

Gli sport praticati sono 20, ma l’ Italia partecipa a 12 e precisamente: Atletica Leggera, Canottaggio, Ciclismo, Equitazione, Nuoto, Pallacanestro in carrozzina, Scherma in carrozzina, Tennis in carrozzina, Tennistavolo, Tiro a segno, Tiro con l’Arco, Vela.

La prima giornata delle paralimpiadi, il 29 agosto, vedrà in gara atleti italiani nel basket in carrozzina, ciclismo, equitazione, nuoto, tennis tavolo, tiro a segno e tiro con l’arco. Sugli 89 partecipanti italiani, sul totale di oltre 4.200 da 166 paesi di tutto il mondo, 12 sono emiliani. Tra i più attesi il bolognese Alex Zanardi, “matricola” alle Paralimpiadi, ma sicuramente con i numeri per arrivare ad una medaglia: Zanardi sarà in gara il tre settembre nell’handbike, una bicicletta speciale nella quale la spinta proviene dalle braccia e non dalle gambe. Utilizza tre ruote e permette allo sportivo diversamente abile su sedia a rotelle o con difficoltà di deambulazione, di usare questo mezzo “pedalando con le mani”.

Nell’equitazione sarà la bolognese Silvia Veratti, paraplegica, con all’attivo già due partecipazioni alle Paralimpiadi  (Sidney e a Pechino) ad inseguire una medaglia, anche se nel quadro mondiale della disabilità a cavallo esistono realtà molto quotate.

Nel nuoto Cecilia Camellini di Modena, non vedente, già medaglia argento a Pechino tenterà di bissare e puntare all’oro in questa edizione. In vasca Cecilia non dovrà solo vedersela con la tedesca Schulte, sua grande rivale poco più di un anno fa agli Europei di Berlino, in una manifestazione davvero ricca di soddisfazioni per la formiginese (2 ori e 3 argenti). La concorrenza, soprattutto sul fronte asiatico, sarà agguerritissima: a partire da quella Qing Xie, cinese, oro a Pechino 2008 nei 100 stile libero proprio davanti alla Camellini, che comunque si tolse la soddisfazione di stabilire il primato europeo. L’altra asiatica da temere sarà la giapponese Akiyama, che il 16 luglio ha strappato a Cecilia il record del mondo nei 100 dorso: quasi un secondo più veloce rispetto alla formiginese, che aveva migliorato il proprio primato pochi giorni prima a Berlino (1’18”59 contro 1’19”64). La canadese Thomas e le neozelandesi Fisher e Kelly-Costello le altre rivali da cui guardarsi nelle cinque prove. La prima gara di Cecilia sarà il 2 settembre. Alle gare nuoto parteciperanno anche due “matricole” per le Paralimpiadi: Niccolò Bensi e Stefania Chiarioni, così Davide Scazzieri nel tennistavolo.

Nel tiro a segno andrà a caccia di una medaglia anche Azzurra Ciani di Faenza. Veterana delle Paralimpiadi, avendo partecipato alle gare di Atene e Pechino, gareggia nella carabina ad aria compressa R2 (si spara in piedi a 10 metri dal bersaglio). Insieme a lei Massimo Dalla Casa, e Jacopo Cappelli, entrambi alla prima esperienza.
Nel tiro con l’arco gareggera invece Fabio Azzolini da Reggio Emilia, paraplegico. Ha partecipato alle Paralimpiadi di Pechino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.