Quantcast

Ai domiciliari non viene trovato in casa: “Aggiustavo l’antenna sul tetto”

E’ successo a Borgonovo. La giustificazione non ha evitato all’uomo di 38 anni la denuncia per evasione. Nel primo pomeriggio di ieri i carabinieri non lo avevano trovato in casa; l’uomo aveva invece regolarmente aperto la porta qualche ora più tardi

“Ero sul tetto ad aggiustare l’antenna”. Così si è giustificato davanti ai carabinieri un 38enne che sta scontando una condanna agli arresti domiciliari in un’abitazione di Borgonovo (Piacenza). Nel primo pomeriggio di ieri i militari durante un normale controllo non lo avevano infatti trovato in casa; l’uomo ha invece regolarmente aperto la porta qualche ora più tardi quando i carabinieri si sono nuovamente ripresentati. “Prima non mi avete visto – ha spiegato di fronte alle contestazioni che gli venivano mosse – ma non mi sono mai allontanato da casa: ero sul tetto ad aggiustare l’antenna”. Una versione che non gli ha evitato una denuncia per evasione. 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.