Castellarquato: il via alla mostra Gioielli nei locali restaurati

L’amministrazione comunale di Castellarquato inaugura il 22 settembre i locali del Mezzanino del Palazzo del Podestà  dei quali nel corso dell’estate 2012 sono stati ultimati i lavori di restauro.

Più informazioni su

L’amministrazione comunale di Castellarquato inaugura il 22 settembre i locali del Mezzanino del Palazzo del Podestà  dei quali nel corso dell’estate 2012 sono stati ultimati i lavori di restauro.

 

In concomitanza nei locali viene inaugurata un’esposizione artistica di pregio, a partire dalle ore 10,30: la mostra Gioielli, rappresenta il percorso artistico compiuto dall’orafo-cesellatore Gianni Bergonzoni nell’arco della sua carriera, l’artista attualmente vive e lavora a Vigolo Marchese di Castell’Arquato in provincia di Piacenza.

L’esposizione presentata nei locali del Palazzo del Podestà è una raccolta di opere private realizzate tra gli anni ’60 e i primi anni duemila. Dagli oggetti presenti in mostra emerge la ricerca compiuta dall’artista nell’arrivare dall’arte figurativa alla sintesi ed energia delle limpide forme geometriche. Volumi e forme pure contraddistinguono i pannelli astratti, bassorilievi in metallo che si pongono tra pittura e scultura; studi di equilibri e forme che Gianni Bergonzoni ha tradotto in gioielli realizzati in dimensioni adatte ad essere indossati.

 

GIANNI BERGONZONI

Gianni Bergonzoni nasce a San Giovanni in Persiceto (BO) il 28/01/1937.

Trasferitosi a Vigolo Marchese, in provincia di Piacenza, studia presso l’Istituto d’Arte Gazzola e si forma come orafo cesellatore presso la bottega Tosi di Piacenza.

In questi anni apprende la tecnica dello sbalzo e cesello dal noto cesellatore milanese Donato Bitetto.

Una volta apprese le tecniche di lavorazione classica, si è poi dedicato alla personale ricerca artistica, in particolare nella direzione dell’astrattismo oggettuale, arrivando a realizzare opere di gioielleria moderna dal carattere astratto e geometrico; ha esposto sia in mostre personali sia in collettive con artisti del calibro di Gio Pomodoro, Bruno Cassinari, Agenore Fabbri e Ludovico Mosconi.

Nel proseguire il suo percorso nel campo dell’oreficeria artistica, dagli anni ’60 ha tenuto diverse mostre a Brescia, Torino, Milano, Piacenza, Pavia e altre importanti città italiane. Nel 1994 Bergonzoni ha iniziato l’attività didattica tenendo corsi di oreficeria dando origine al gruppo artistico “Torre del Duca” a Castell’Arquato (PC), insegnando a vari allievi la tecnica dello sbalzo e cesello: un’esperienza che si è trasformata in un’importante mostra presso il Palazzo del Governo di Sondrio nell’ottobre del 1998.

INFO E APERTURA:

Dal 22 settembre al 7 ottobre 2012

Mezzanino Palazzo del Podestà (accesso da vicolo Asilo)

Castell’Arquato (Pc)

La mostrà è visitabile il sabato e domenica negli orari: 10.30 – 12.00 / 16.00 – 19.00 oppure su appuntamento

 

Contatti: Gianni Bergonzoni, Via Cavour, 26

Vigolo Marchese, Castell’Arquato 29014

Cell.: 3397727609

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.