Quantcast

Chiappa al vertice di Flai-Cgil: “Questione contratti cruciale” foto

Eletto all'unanimità da delegati e RSU, subentra a Renzo Scoglio. “Diritti e legalità saranno le parole d'ordine, ma non si uscirà della crisi senza investimenti e migliori condizioni salariali dei lavoratori”

Più informazioni su

Piacenza, Paolo Chiappa eletto nuovo segretario Flai Cgil

“Stagione di rinnovi contrattuali determinanti per l’agroindustria, comparto che può fare da traino per il futuro del territorio”

Eletto all’unanimità da delegati e RSU, subentra a Renzo Scoglio. “Diritti e legalità saranno le parole d’ordine, ma non si uscirà della crisi senza investimenti e migliori condizioni salariali dei lavoratori”

Paolo Chiappa è il nuovo segretario provinciale della Flai Cgil di Piacenza. Chiappa prende il posto di Renzo Scoglio, segretario uscente della categoria che organizza i lavoratori agricoli e dell’industria alimentare della Cgil (a Piacenza circa 1200 iscritti) avendo esaurito i due mandati statutari alla guida della categoria. Chiappa è stato eletto all’unanimità dal Direttivo dei delegati di categoria riunitosi il 5 settembre nella sala Luciano Lama della Camera del Lavoro di Piacenza. All’assemblea sono intervenuti il segretario regionale Flai Emilia-Romagna Ivano Gualerzi e Raffaele Atti sempre della Flai regionale, oltre al segretario della Cgil di Piacenza Paolo Lanna.

Di fronte a dirigenti, delegati e rsu Chiappa ha indicato le priorità del suo mandato per la tutela dei lavoratori di un comparto, come quello agroindustriale, definito da un recente articolo apparso sul Sole24ore come “strategico per il territorio piacentino”e per il suo futuro.
“Nei prossimi mesi affronteremo insieme rinnovi contrattuali importanti – ha premesso all’assemblea Chiappa –. Le trattative che si apriranno non possono essere viste come una corsa al ribasso. In momenti di crisi come questo, il tentativo di diminuire salari e diritti non porta da nessuna parte e contribuisce a peggiorare i problemi. Credo invece che occorra aprire una fase di rilancio del lavoro dipendente in un’ottica di crescita territoriale: solo difendendo salari e potere d’acquisto dei lavoratori attraverso questa fase di rinnovi avremo la possibilità di uscire dalla crisi. In ballo ci sono contratti come quello dell’industria alimentare che a Piacenza conta 400 aziende e 3mila addetti”.

Chiappa ha citato anche altri contratti in scadenza come quello dei consorzi agrari e di bonifica, della panificazione e, a livello provinciale, il contratto degli operai agricoli: “Tra stagionali e dipendenti, sono 5mila a Piacenza le persone che lavorano con questo contratto – ha detto in merito Chiappa – la Flai lavorerà per ottenere un miglioramento delle condizioni economiche. Sugli altri fronti, le parole d’ordine saranno diritti e legalità; concetti che la categoria in questi anni ha sempre riempito di iniziative e contenuti e sui quali continueremo a lavorare. Attorno all’agroindustria – ha concluso Chiappa – c’è preoccupazione per i segnali di stagnazione del mercato. Una tendenza che va combattuta con politiche industriali improntate al lavoro, alla crescita e alla valorizzazione di un territorio che di questa specificità può fare il volano per la crescita”. Il 42enne monticellese nuovo segretario Flai di Piacenza, mantiene le deleghe della segreteria confederale Cgil su Contrattazione e negoziazione territoriale, Politiche industriali, Servizi e Sviluppo territoriale.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.