Quantcast

Le Rubriche di PiacenzaSera - Cinema

Fuori Porta: Festival del Cinema Muto nel segno di Fritz Lang

Dopo la prima edizione nel 2010 dedicata alla musica ed al cinema di Charlie Chaplin e l’edizione 2011 per il 150° dell’Unità d’Italia, torna a Milano il Gran Festival del Cinema Muto, progetto del Gruppo da Camera I Solisti Lombardi e di Fondazione Cineteca Italiana.

Più informazioni su

Dopo la prima edizione nel 2010 dedicata alla musica ed al cinema di Charlie Chaplin e l’edizione 2011 per il 150° dell’Unità d’Italia, torna a Milano il Gran Festival del Cinema Muto, progetto del Gruppo da Camera I Solisti Lombardi e di Fondazione Cineteca Italiana.
 
La terza edizione del Gran Festival del Cinema Muto di Milano renderà omaggio a Fritz Lang. Lang fu formidabile interprete dell’espressionismo, di cui seppe rinnovare l’estetica in ogni suo film del periodo muto, per poi trasfonderne l’essenza nelle opere sonore, realizzate quasi tutte negli Stati Uniti, dove si trasferì a metà anni Trenta, in fuga dal regime nazista. Disse Lang: «Il regista cinematografico deve avere qualcosa di universale, cioè deve aver assimilato quel che c’è di basilare in ogni arte: lo sguardo del pittore, la sensibilità lineare dello scultore, il ritmo del musicista, la capacità sintetica del poeta. Necessita inoltre di qualcosa che è esclusivamente suo: il tempo». Una dichiarazione netta, inesorabile, sulla base della quale è stata pensata questa rassegna, che intende associare cinema e musica (e dunque ritmo e tempo) presentando dei veri propri film – concerto, non semplici accompagnamenti di musiche improvvisate.
 
L’edizione 2012 del Gran Festival del Cinema Muto è realizzata con la collaborazione del Centro Musica Contemporanea di Milano (che promuoverà un workshop e collaborerà a diverse produzioni con musica elettronica), della F.W. MURNAU STIFTUNG di Wiesbaden (ente concessionario di alcuni dei film in programmazione) e la Fondazione I Pomeriggi Musicali (che partecipa all’evento d’inaugurazione); il progetto vede anche il contributo della Fondazione Cariplo.
 
Il Gran Festival del Cinema Muto di Milano si aprirà con la proiezione di Una donna nella luna (Frau in Mond), ultimo film muto di Fritz Lang, il 13 settembre al MIC – Museo Interattivo del Cinema di Milano, recentemente aperto alla collettività milanese. Sotto lo schermo l’Orchestra I Pomeriggi Musicali, diretti da Alessandro Calcagnile, eseguiranno una partitura originale di Rossella Spinosa (solista al pianoforte).
 
Dopo l’inaugurazione del 13 settembre il Festival si svilupperà in tre percorsi: 1. Concerti per film allo Spazio Oberdan, 2. Incontri con le scuole al MIC –  Museo Interattivo del Cinema e in diversi istituti scolastici di Milano, 3. Workshop di composizione per opere multimediali presso il Centro Musica Contemporanea di Milano.
 
1. Concerti per film
La rassegna si articolerà in otto appuntamenti allo Spazio Oberdan. 
Le musiche, tutte nuove composizioni eseguite dal vivo in prima assoluta, accompagneranno le proiezioni dei film muti in programma, tutti firmati da Lang come regista tranne il rarissimo Hilde Warren e la morte, di cui fu sceneggiatore e interprete. Le partiture saranno realizzate dalla pianista e compositrice Rossella Spinosa, con la collaborazione del Gruppo da Camera I Solisti Lombardi (diretti da Alessandro Calcagnile) e di diversi compositori/performers esperti di musica elettronica. Tutte le opere saranno presentate in edizione restaurata, in particolare Metropolis nella versione a oggi più integrale, frutto dell’ultimo restauro effettuato nel 2010 e presentato in anteprima mondiale al festival di Berlino. Prodotti in Germania prima della fuga di Lang negli Stati Uniti in seguito all’avvento del nazismo, i titoli della rassegna sono autentici capolavori senza tempo che, ogni volta rinnovandolo, resero grande il movimento dell’espressionismo cinematografico, e che qui tornano a vivere anche grazie alla splendide partiture studiate per l’occasione dai Solisti Lombardi.
Il progetto rientra nelle attività del Bando triennale ”Rafforzare il legame delle sale culturali polivalenti con il territorio” promosso nel settembre 2011 da Fondazione Cariplo e al quale la Cineteca Italiana ha partecipato con successo in qualità di capofila con altri 5 partner per i suoi tre luoghi di attività: Spazio Oberdan, MIC – Museo Interattivo del Cinema, con annessa sala di proiezione, e Area Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano. Riteniamo l’iniziativa della Cariplo molto importante e preziosa proprio per gli obiettivi che si pone: sostenere, in un momento di grave difficoltà dovuto alla forte concorrenza di forme di intrattenimento che trascurano il valore della cultura, quelle realtà che invece propongono un’offerta culturale non omologata, intesa come momento di partecipazione, di dialogo, di aggregazione, e capace di creare comunità di riferimento e appunto maggiori legami con il territorio. Un obiettivo da perseguire arricchendo le proiezioni con incontri ed esibizioni dal vivo in presenza di artisti, studiosi e intellettuali, coinvolgendo soggetti attivi in campi diversi da quello cinematografico – teatro, musica, letteratura, attività sociali -, fino a creare una rete culturale che possa favorire maggiori e migliori contenuti e lo scambio dei rispettivi pubblici. 
 
2. Incontri con le scuole
Giovedì 4 ottobre e lunedì 8 ottobre alle ore 10 presso il MIC si svolgeranno i seminari aperti “La magia della musica per i film muti”, momenti di incontro con le scolaresche delle scuole secondarie di Milano per spiegare agli studenti le modalità della composizione musicale su film muto, le funzioni sottese alla musica nella cinematografia del muto, nonché il lavoro di sincronizzazione nella sonorizzazione della pellicola. Altri incontri saranno poi realizzati in alcuni istituti scolastici di Milano per suggerire un nuovo sguardo sull’immagine in movimento, attraverso le sorprendenti prime opere del cinema di fantascienza.
 
3. Workshop di composizione per opere multimediali
A completare la programmazione del Gran Festival del Cinema Muto 2012 un laboratorio per compositori, volto all’approfondimento delle tecniche di sonorizzazione e alla realizzazione di una produzione multimediale. Il progetto si realizzerà in ottobre, con la collaborazione del Centro Musica Contemporanea, che raccoglierà le iscrizioni e organizzerà i seminari con gli artisti del Festival. Al termine della progettualità, grazie al Centro Musica Contemporanea e alla Cineteca di Milano sarà prodotto un dvd, con filmati della Cineteca e le opere sonore dei partecipanti al workshop.
 
——————————————-
 
GRAN FESTIVAL DEL CINEMA MUTO FONDAZIONE CINETECA ITALIANA
festival@cinemamuto.it info@cinetecamilano.it 
www.cinemamuto.it www.cinetecamilano.it 
www.cinemamutomilano.it 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.