Sicurezza e internet, parte nelle scuole il progetto della polizia postale

Le lezioni avranno cadenza mensile per tutta la durata dell'anno scolastico: il primo appuntamento nel piacentino ha coinvolto gli studenti dell'Istituto Comprensivo "Parini" di San Giorgio

E’ partito questa mattina anche a Piacenza il progetto “Buono a sapersi”, lanciato nelle scuole italiane dalla polizia delle comunicazioni in collaborazione con Google,   pensato per tenere corsi di navigazione sicura e invitare gli studenti a un uso responsabile di Internet e delle nuove tecnologie. Le lezioni avranno cadenza mensile per tutta la durata dell’anno scolastico: il primo appuntamento nel piacentino ha coinvolto gli studenti dell’Istituto Comprensivo “Parini” di San Giorgio.

L’obiettivo dei workshop è quello di insegnare agli studenti come sfruttare le potenzialità di internet senza incorrere in rischi connessi alla violazione della privacy, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti e pericolosi per sé e per gli altri.

Navigare in sicurezza e gestire i propri dati online è una necessità degli utenti emersa anche da un’indagine realizzata da Duepuntozero Doxa per conto di Google. Secondo quanto rilevato, il 79% degli utenti di Internet manifesta qualche timore nell’uso del mezzo e il 95% di questi identifica i timori nella paura di un utilizzo improprio dei suoi dati: furto d’identità, paura che qualcuno usi i dati per compiere frodi, timore che qualcuno effettui acquisti online con i nostri soldi, sono le preoccupazioni maggiori.

L’indagine mette però in evidenza anche come gli utenti considerino trasparenza e controllo la ricetta per superare queste preoccupazioni. Circa 3 utenti web su 4 indicano questi come fattori chiave. Ecco i motivi di un simile progetto. Le scuole interessate ad ospitare il workshop formativo e ad ospitare studenti di altri istituti potranno inviare una richiesta all’indirizzo email: progettoscuola.poliziapostale@interno.it

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.