Tre titoli regionali per i cadetti dell’Atletica 5 Cerchi

A Reggiolo (RE) sono andati in scena i Campionati regionali individuali dedicati alle categorie cadetti (1998/1997) e Ragazzi (1999/2000). L'Atletica 5 cerchi anche quest'anno si aggiudica il gradino più alto del podio negli ostacoli. 

PER I CADETTI DELL’ATL. 5 CERCHI TRE TITOLI REGIONALI. ORO PER MANZINI E MICHELOTTI, BRONZO BOZZO E MARENGHI
 
A Reggiolo (RE) sono andati in scena i Campionati regionali individuali dedicati alle categorie cadetti (1998/1997) e Ragazzi (1999/2000). L’Atletica 5 cerchi anche quest’anno si aggiudica il gradino più alto del podio negli ostacoli. E’ dal 2008 che la società blu-arancio sale sul podio ai campionati regionali cadetti e ragazzi: 2008: 1° Federica Roberto 60 hs ragazze. 2009: 3° Federica Roberto 300 hs cadette. 2010: 1° Federica Roberto 80 hs cadette, 1° Martina Manzini 60 hs ragazze, 1° Giovanni Michelotti 60 hs ragazzi, 2° Leonardo Fontana 300 Hs cadetti. 2011: 1° Filippo Tambresoni 100 Hs cadetti, 3° Sara Ziliani 300 Hs cadette.

Dimostrazione che l’impegno dei tecnici continua anche nelle categorie successive, proseguendo a consolidare i risultati e continuando a produrre nuovi atleti dal vivaio in assidua espansione. Così il primo titolo regionale lo conquista il cadetto Giovanni Michelotti che si aggiudica i 100 ostacoli con la miglior prestazione stagionale in regione di 14″10 e nuovo primato personale, mentre il compagno Alex Niccolai anch’esso in forte progresso con 15″61 consegue la quinta piazza. Martina Manzini nonostante sia la miglior lunghista in Emilia Romagna, nel 2012, preferisce trovare nuovi stimoli scendendo in pista negli 80 metri ad ostacoli: e non sbaglia.

Si incorona campionessa regionale con il personale di 12″60 siglando anche il miglior crono regionale del 2012. Poche ore dopo fa suo anche il Titolo regionale nel salto triplo con una progressione di salti degna dei miglior specialisti: inizia con 10.65 m assettando così al meglio la rincorsa non ancora ben organizzata, poi 11,31 m, di nuovo 11.31 m, ma la reggiana le tiene testa sfoderando 11.34 m, così Martina coglie 11.28, per poi al quinto salto infila una perfetta sequenza di Hop-Step-Jump e chiude con 11.50 m, l’ultimo balzo ancora 11.39 m. Segno dell’ottimo periodo di forma e della capacità dell’atleta a mantenere un’alta concentrazione anche al 5° e sesto salto nonostante i suoi soli quindici anni.  

Due meravigliosi bronzi con due personali li conquistano nei 60 m ad ostacoli nella categoria ragazzi: Michele Bozzo e Laura Marenghi con 9″22 e 10″00. Giovanni Michelotti atterra a 5,50 m nel salto in lungo e chiude sesto. Michele Bozzo conquista la “medaglia di legno” nei 60 metri piani dove primeggia nella sua batteria con il nuovo primato sociale di 8″35. Settimo posto per Laura Marenghi nel salto il lungo dove atterra a 3.99 m, mentre la compagna Elisa Rinaldi si avvicina al suo primato personale balzando a 3.76 cm. Nei 60 metri piani Elisa vince in scioltezza la sua batteria con il crono di 9″19. Nei lanci Norberto Fontana 1° anno cadetto avvicina il personale scagliando il peso da 4 kg a 10,92. Troppa emozione invece per i due giavellottisti Norberto Fontana e Alex Niccolai che non riescono ad agguantare la finale. Giovanni Michelotti e Martina Manzini si sono garantiti la Finale Nazionale Cadetti che avrà luogo a Jesolo il prossimo 5-6-7 ottobre indossando i colori dell’Emilia Romagna.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.