Atletica, Camilla Papa campionessa italiana allieve nei 100 ostacoli

Tempo di trionfi per il club biancorosso dell'Atletica Piacenza; sulla scia di due precedenti stagioni culminate con la conquista di altrettanti due titoli italiani, anche quest'anno per il club del Presidentissimo Sverzellati, è arrivata la massima soddisfazione, da parte di una giovanissima Camilla Papa

Tempo di trionfi per il club biancorosso dell’Atletica Piacenza; sulla scia di due precedenti stagioni culminate con la conquista di altrettanti due titoli italiani (2010 – Giulia Rossetti nel lancio del martello; 2011 – Stefano Braga nel salto in lungo) nella categoria Allievi/e, anche quest’anno  per il club del Presidentissimo Diego Sverzellati, è arrivata la massima soddisfazione, da parte di una giovanissima Camilla Papa, capace dell’impresa di conquistare il tricolore di categoria nella specialità dei 100 hs al primo anno di categoria, dove è stata capace di “danzare” tra una barriera e l’altra, avendo la meglio sulla capofila stagionale Virginia Morassutti (la quale si presentava con i favori del pronostico, visto il proprio record  personale decisamente inferiore rispetto al restante lotto delle partecipanti) e su Ottavia Cestonaro (plurimedagliata ai campionati italiani, regina del salto triplo, nonchè finalista ai campionati mondiali nella specialità del triplo stesso e detentrice di più record italiani nelle varie specialità).

Camilla, dopo un avvio molto veloce, ha visto le proprie avversarie rimontarla, sino a giungere appaiata al passaggio dell’ultima (delle 10 disposte lungo i 100 metri della gara) barriera di ostacoli, per poi letteralmente gettarsi verso l’arrivo, sopravanzando al photofinish di un solo piccolo, ma importantissimo, centesimo le rivali (per Camilla record personale con 14”21, contro il 14”22 delle due antagoniste di giornata).

Camilla, sedicenne studentessa con ottimo profitto al Liceo Respighi di Piacenza, “cittadina del mondo” (“causa” lavoro del padre Camilla, ha avuto la possiblità di abitare e studiare a Londra, Bruxelles ed altre città italiane, prima di far capolino a Piacenza, dove oramai si è stabilita da più di due anni), impegnata quattro volte a settimana al campo di atletica Pino Dordoni con il proprio allenatore Giovanni Baldini, pratica l’atletica fin dalle categorie giovanili, vantando già nel proprio palmares varie medaglie d’oro ai campionati regionali (outdoor ed indoor), una vittoria al promoindoor Cadetti/e negli 80 metri piani e la più recente medaglia di bronzo ottenuta quest’inverno ai Campionati Italiani Indoor nei 60 metri con ostacoli.

Ancora Camilla è stata protagonista, in quest’ultimo fine settimana di gare allo stadio Luigi Ridolfi di Firenze, anche della conquista della medaglia d’argento nella staffetta 4×100, con le compagne di club, Costanza Adamo, Michela Gaino e Robin Sara Stauder; presentatesi alla starting list con il secondo accredito, le ragazze biancorosse non hanno tradito le attese, e dopo tre cambi impeccabili sono giunte sul traguardo, solo alle spalle delle quattro imprendibili componenti della società della Sisport Fiat di Torino, con il crono di 49”00.

Medaglia d’argento anche per un sorprendente Filippo Cravedi, che nel salto triplo, con la grinta che lo contraddistingue ha fatto segnare un eccellente 14,62 metri, record personale  nonché record provinciale Allievi; la prestazione di Filippo, allenato dal tecnico castellano Piero Masarati, è da considerarsi sorprendente, sicuramente non per le indiscusse qualità di questo giovane atleta (fisico da “colosso”, alto oltre un metro e novanta, e già campione Italiano indoor della specialità nel 2012), ma per essere riuscito a mettersi alle spalle alcuni acciacchi fisici, che nelle ultime gare avevano sicuramente condizionato il suo rendimento, nonché per aver migliorato in una volta sola il proprio record personale di ben oltre mezzo metro.

Nei metri 100 piani, Robin Sara Stauder, dopo aver agevolmente superato il primo turno di qualificazione, si è schierata sui blocchi di partenza della finale della gara veloce, con speranze di medaglia; purtroppo qualcosa non è funzionato come doveva e la sprinter, solo al primo anno di categoria con possibilità di rifarsi la prossima stagione,  si è dovuta accontentare, per così dire, della sesta piazza finale con il tempo finale di 12”54.

Nella gara di getto del peso, Alessandro Castelli, ragazzo tesserato per il sodalizio biancorosso, che si allena negli impianti di Monticelli d’Ongina, ha battuto, ancor prima degli avversari, un persistente mal di schiena che lo perseguita da qualche mese, riuscendo a trovare con grinta e forza un discreto 15,68 metri che gli ha permesso di salire sul podio in sesta piazza.

Nel getto del peso femminile, Virginia Braghieri, si è fermata un po sotto gli standard stagionali, segnando la misura finale di 13,13 metri, che l’anno comunque portata a classificarsi in settima posizione, permettendogli di salire comunque sul podio in una competizione importante quali erano questi Campionati Nazionali di categoria.

Serena Magistrali, capace di conquistarsi il minimo di partecipazione sia nella gara di salto in lungo sia in quella di salto triplo, si è rispettivamente piazzata in ventinovesima posizione con 4,92 metri, ed in ventesima piazza con un triplo balzo da 10,76 metri. A conclusione di una esaltante due giorni di gare per i colori biancorossi, Anna Bertoncini, Deborah Molinari, Elena Manari, ed ancora la solita Camilla Papa, con il tempo di 4’11”26 hanno conquistato l’ottava posizione, che ha dato alle ragazze l’accesso al podio, nella staffetta 4×400.

Ora per la società piacentina dell’Atletica Piacenza l’attenzione si sposta a Jesolo dove nel prossimo fine settimana si disputeranno i Campionati nazionali Cadetti/e con impegnati Agata Gremi nel lancio del martello, Andre Stauder nel salto con l’asta ed infine Enea Colombi nel salto triplo, confermando così una presenza costante dei colori biancorossi in tutte le categorie ed in tutte le competizioni che contano.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.