Quantcast

Corso superiore per sommeliers di Alma in 4 cantine piacentine

Sono quattro le cantine del territorio piacentino che hanno aperto le proprie porte ad alcuni studenti del Corso Superiore di Sommellerie promosso da ALMA - La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, di cui è Rettore il Maestro Gualtiero Marchesi: parliamo dell’Azienda Agricola “Cardinali”, a Castell’Arquato, dell’Azienda Vinicola “La Stoppa”, a Rivergaro, dell’Azienda Vitivinicola “Montessissa”, a Buffalora Rezzano di Carpaneto, e di “Torre Fornello”, a Fornello di Ziano Piacentino.

Più informazioni su

Sono quattro le cantine del territorio piacentino che hanno aperto le proprie porte ad alcuni studenti del Corso Superiore di Sommellerie promosso da ALMA – La Scuola Internazionale di Cucina Italiana, di cui è Rettore il Maestro Gualtiero Marchesi: parliamo dell’Azienda Agricola “Cardinali”, a Castell’Arquato, dell’Azienda Vinicola “La Stoppa”, a Rivergaro, dell’Azienda Vitivinicola “Montessissa”, a Buffalora Rezzano di Carpaneto, e di “Torre Fornello”, a Fornello di Ziano Piacentino.
 
L’occasione è stata rappresentata dallo stage che gli allievi del Corso Superiore di Sommellerie affrontano a metà del loro percorso di studio: una delle caratteristiche distintive dell’offerta didattica di ALMA Wine Academy è, infatti, l’opportunità di perfezionare la propria formazione come sommelier vivendo in prima persona alcune tra le più importanti cantine italiane. A questo primo stage ne seguirà un secondo, più lungo, della durata di 10 settimane, finalizzato al lavoro di tesi.
 
Nei giorni scorsi, ALMA ha organizzato un incontro tra gli studenti del Corso Superiore di Sommellerie e i produttori vitivinicoli che li hanno ospitati: gli studenti, a coppie, hanno raccontato la propria esperienza e presentato ai compagni e ai docenti del Corso un vino tra quelli prodotti dalla cantina di stage. La logica è quella di abituare i ragazzi a parlare e a confrontarsi in pubblico: sempre più, infatti, il sommelier sta diventando un comunicatore, che non può limitarsi a servire un vino ai suoi clienti ma che deve saper raccontare quello stesso vino, le emozioni che suscita e il territorio da cui proviene.
Marika Zanin e Elia Nucera hanno presentato il Pinot Nero 1948 dell’Azienda Vitivinicola “Montessissa” mentre Patrick Marino e Ludovica Foà hanno tessuto le lodi del Solata 2010 dell’Azienda Agricola “Cardinali”. Oggetto dello speech di Dalila Salonia e Daniel Marcella è stato invece l’Ageno 2007 Emilia IGT prodotto da “La Stoppa” mentre Francesco Castagna e Cristiano Valesi si sono concentrati sul “Donna Luigia 2009” di Torre Fornello.
 
 
ALMA (www.alma.scuolacucina.it) è il più autorevole centro di formazione della Cucina Italiana a livello internazionale. Sotto la guida del Rettore Gualtiero Marchesi ALMA forma cuochi, pasticceri, sommelier e manager della ristorazione provenienti da ogni Paese per farne veri professionisti grazie ai programmi di alto livello realizzati con gli insegnanti più autorevoli. ALMA ha sede nella splendida cornice della Reggia di Colorno (Parma).
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.