Quantcast

Da Guareschi a Sallusti, in S. Ilario “la libertà di stampa negata”

Stasera il convegno organizzato dal Popolo della Libertà e dall’Associazione No Reds. A confrontarsi saranno il giornalista Stefano Zurlo, uno dei più importanti editorialisti del Giornale e lo scrittore e giornalista Davide Giacalone

“La libertà di stampa negata: da Guareschi a Sallusti”, questo il significativo titolo del convegno organizzato dal Popolo della Libertà e dall’Associazione No Reds per stasera, 26 ottobre, alle ore 21.00, presso l’Auditorium Sant’Ilario in Via Garibaldi 17 a Piacenza.

Un appuntamento di stretta attualità che parte dalla vicenda che vede coinvolto il Direttore del Giornale, Alessandro Sallusti – condannato nelle scorse settimane per diffamazione a mezzo stampa per un articolo comparso sul quotidiano Libero al tempo da lui diretto – e che si allarga a trattare tutta la questione della libertà di stampa e dei rapporti stampa-giustizia. Una vicenda, quella di Sallusti, che viene simbolicamente accostata ai fatti che videro coinvolto, con le stesse accuse e con la reclusione in carcere, il giornalista Giovannino Guareschi, padre del Candido e della saga di Don Camillo e Peppone.

A confrontarsi sul delicato argomento saranno a Piacenza il giornalista Stefano Zurlo, uno dei più importanti editorialisti del Giornale e autore di diversi libri che trattano le storture della giustizia italiana e lo scrittore e giornalista Davide Giacalone. Nel corso della serata, Giacalone, commentatore politico e opinionista per Libero, per anni impegnato anche nell’attività politica-amministrativa e autore di diversi studi e saggi, presenterà il suo ultimo libro, L’uomo del colle. Il Quirinale, il ruolo politico, le forzature, la scelta del 2013, una lucida analisi dell’evoluzione del ruolo politico del Presidente della Repubblica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.