Quantcast

Dipendenze, nasce a Gossolengo lo sportello Acat. “Supporto a famiglie e giovani” foto

Più informazioni su

Nasce a Gossolengo lo sportello informativo dell’associazione Acat, associazione dei Club Alcologici territoriali, attiva a Piacenza da quasi 25 anni nell’offrire sostegno a persone e alle loro famiglie con patologie alcolcorrelate. Un’iniziativa sostenuta con convinzione dall’amministrazione guidata dal sindaco Angela Bianchi, la quale ha voluto essere presente all’inaugurazione insieme alla giunta quasi al completo, come il vice sindaco Angelo Ghillani e l’assessore ai servizi sociali Francesca Rossi. Presente anche il consigliere Andrea Ziliani. 

La presidente e la vice presidente Acat, Marinella Cantarini e Luana Marchettini, hanno presentato il metodo di auto aiuto, messo a punto dallo psichiatra croato Vladimir Hudolin. L’approccio alla dipendenza da alcol presuppone, fanno notare “un cambiamento dello stile di vita, da affrontare insieme alla famiglia, secondo i tre principi che animano l’attività dei nostri club: solidarietà, amicizia e amore”. Lo sportello, aggiunge Cantarini, è aperto a tutti, anche a chi vuole semplicemente ricevere informazioni, con la massima discrezione. 

Presente anche Antonio Mosti, direttore del Sert di Piacenza è “papà” dell’Acat piacentina: è stato infatti per merito suo se il metodo Hudolin ha trovato terreno fertile in provincia 25 anni fa. “Bisogna lodare il coraggio e anche la mentalità imprenditoriale dimostrate dal Comune di Gossolengo, nel decidere di sostenere l’attivazione di uno sportello informativo Acat, perché il metodo di mutuo aiuto ben si adatta a momenti di crisi profonda come quella che stiamo attraversando – dice Mosti -. Il trattatamento delle dipendenze da alcol è un percorso lungo, che può anche prevedere ricavute, ma in questo cammino l’aiuto aiuto consente di inastaurare relazioni molto profonde, in grado di dare il sostegno necessario per superev le difficoltà”. 

Il sindaco Bianchiha inoltre auspicato il coinvolgimento, attraverso l’assessore Rossi e il consigliere Ziliani, anche del gruppo di giovani del paese, con attività di sensibilizzazione rivolta agli studenti. Da parte sua, l’assessore Rossi ha sottolineato come il sostegno accordato all’Acat arrivi da un’esperienza personale. ” Di solito sono le famiglie ad accompagnare agli incontri le persone con problemi alcolcorrelati, io e mio marito invece – ricorda – anni fa abbiamo deciso di partecipare insieme a due nostri amici, accompagnandoli lungo parte del percorso”.  

Lo sportello Acat si trova all’interno dei locali del Comune, e sarà aperto al pubblico il primo sabato di ogni mese, dalle ore 10 alle 12. Si informa inoltre che gli incontri di autoaiuto, gestiti dall’associazione Acat, si terranno ogni martedì, dalle ore 20 e 30 alle ore 22, presso i locali comunali con ingresso in via Grandi (cortile scuola media).

 
 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.