Mauri e Sturno aprono la stagione di prosa al Municipale

Il ritorno di Glauco Mauri e Roberto Sturno al Teatro Municipale di Piacenza segna l’apertura della Stagione di Prosa 2012/2013 “Tre per Te” organizzata da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, direzione artistica di Diego Maj, con Fondazione Teatri di Piacenza, Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren Emilia.

Il ritorno di Glauco Mauri e Roberto Sturno al Teatro Municipale di Piacenza segna l’apertura della Stagione di Prosa 2012/2013 “Tre per Te” organizzata da Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, direzione artistica di Diego Maj, con Fondazione Teatri di Piacenza, Comune di Piacenza – Assessorato alla Cultura e il sostegno di Fondazione di Piacenza e Vigevano, Cariparma, Iren Emilia.
 
L’appuntamento è per lunedì 5 e martedì 6 novembre 2012 alle ore 21 con “Quello che prende gli schiaffi” dal testo dell’autore teatrale russo Leonid Nikolaevic Andreev (1871-1919).
Un uomo fugge dalla società nella quale vive, dove tutto è dominato dall’indifferenza e dal denaro e si rifugia in  una compagnia di circensi. Si innamora della giovane e graziosa Ballerina, innamorata – ricambiata – dell’Acrobata, ma il patrigno vuole che lei sposi un vecchio e ricco Barone. L’intervento di Quello, il clown che “prende gli schiaffi”,  darà alla vicenda una svolta imprevedibile. Alla  positiva umanità del circo si contrappone un mondo di miserabili al quale Quello finirà per soccombere. Un apologo, tenero e amaro, sulla lotta contro l’ingiustizia dei potenti e dei mediocri.
 
Straordinaria prova d’attore di Glauco Mauri (suo il libero adattamento del testo di Andreev e la regia) e di Roberto Sturno, coadiuvati da una numerosa e valida compagnia di attori. 
Giornalista, scrittore e drammaturgo, L. N. Andreev fu un protagonista della vita culturale della Russia nel primo ventennio del Novecento, anni tumultuosi che precedettero la rivoluzione d’Ottobre. In Italia, tra gli altri, fu tradotto anche da Piero Gobetti e molti suoi lavori furono interpretati con successo dai nostri grandi attori, da Zacconi alla Pavlova, dalle sorelle Gramatica a Ruggeri, e da Romolo Valli a Valeria Moriconi a Enrico Maria Salerno. “Quello che prende gli schiaffi” scritto da Andreev tra agosto e settembre del 1915 fu rappresentato al Teatro d’Arte di Mosca e a Pietroburgo al Teatro Aleksandrinskij con la regia di N. V. Petrov, che ne trasse anche un film nel 1916. 
 
«Il mio primo incontro con Leonid Nikolaevic Andreev – sono le parole di Glauco Mauri – fu nel 1955 quando, nella “Compagnia del Teatro di Via Manzoni” di Milano, interpretai un piccolo ruolo in Katerina Ivanovna. La regia era di Corrado Pavolini e tra gli interpreti figuravano Memo Benassi, Laura Adani, Gianrico Tedeschi e una giovanissima Giulia Lazzarini. Ho conosciuto il tumultuoso mondo di Andreev durante gli anni dell’Accademia d’Arte Drammatica di Roma che mi permetteva, con la sua ricca biblioteca, di scoprire tutto quel teatro che nella mia Pesaro non avevo potuto conoscere. Mi ricordo che ne restai affascinato ma anche frastornato per la violenza e la disperazione che agitavano le sue opere. In questi trent’anni della nostra compagnia qualche volta ho pensato ad Andreev ma non ho mai capito come interpretare quel suo dolore pervaso di pessimismo e di speranza, di crudeltà e di poesia. Molti anni fa anche Alberto Perrini mi fece conoscere un suo interessante adattamento di Quello che prende gli schiaffi. Non se ne fece nulla, ma l’idea di quell’Andreev rimase dentro di me in attesa di una mia personale interpretazione. Sono passati molti anni, abbiamo messo in scena tanti spettacoli, autori diversissimi fra di loro ma siamo rimasti sempre fedeli al nostro sentire: l’arte per la vita. In questo momento così difficile abbiamo creduto quindi giusto proporre una “favola” che possa parlare ancora di umanità e di poesia ad una società che corre il rischio di inaridirsi sempre di più». 
 
“TRE PER TE” Stagione di prosa 2011/2012 del TEATRO MUNICIPALE di Piacenza
è una rassegna di
TEATRO GIOCO VITA Teatro Stabile di Innovazione direzione artistica Diego Maj
FONDAZIONE TEATRI DI PIACENZA
in collaborazione con 
FONDAZIONE DI PIACENZA E VIGEVANO
CARIPARMA – Crédit Agricole
IREN
con il contributo di 
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA’ CULTURALI Dipartimento dello Spettacolo
REGIONE EMILIA ROMAGNA
 
LOCANDINA
 
Teatro Municipale PROSA
lunedì 5 novembre 2012 – ore 21 
martedì 6 novembre 2012 – ore 21
 
Glauco Mauri     Roberto Sturno
 
QUELLO CHE PRENDE GLI SCHIAFFI 
 
da Leonid Nikolaevic Andreev
libera versione e regia Glauco Mauri
scene Mauro Carosi
costumi Odette Nicoletti
musiche Germano Mazzocchetti
 
con 
Roberto Sturno Quello che prende gli schiaffi 
Glauco Mauri Papà Briquet, il direttore 
Barbara Begala Mara, una domatrice di leoni
Lucia Nicolini Leda, una ballerina
Marco Manfredi Manuel, un acrobata
Stefano Sartore Jacky, un clown
Leonardo Aloi Polly, un clown
Roberto Palermo Tilly, un clown
Marco Blanchi Conte Mancini dei Guardamagna 
Mauro Mandolini Barone Regnard 
Paolo Benvenuto Vezzoso un signore 
 
regista collaboratore Paolo Zuccari
movimenti mimici Michele Monetta
scenografo collaboratore Cinzia Lo Fazio
luci Gianni Grasso
 
produzione Compagnia Mauri Sturno
 
 
PREZZI
 
Platea € 28 (intero) € 24 (ridotto) € 16 (possessori family card)
Posto Palco € 26 (intero) € 22 (ridotto) € 14 (possessori family card)
Ingresso palchi/galleria € 16 (intero) € 14 (ridotto)
Galleria numerata € 21 (intero) € 19 (ridotto) € 13 (possessori family card)
Loggione numerato € 13 (intero) € 11 (ridotto) € 4 
Ingresso loggione €   8 (possessori family card)
Studenti € 13 (posto unico in galleria) € 4 (possessori family card)
Last minute € 15 (platea e posto palco),  € 11 (galleria), € 4 (loggione)
 
INFO E BIGLIETTERIA
 
TEATRO GIOCO VITA, Via San Siro 9, Piacenza – Telefono 0523.315578 – biglietteria@teatrogiocovita.it
Orari di apertura: dal martedì al venerdì ore 15-18; sabato ore 10-13 (chiusura sportelli per motivi tecnici dal 1° al 4 novembre).
 Il giorno dello spettacolo la biglietteria funziona unicamente nella sede della rappresentazione a partire dalle ore 19 (Teatro Municipale, via Verdi 41, tel. 0523.492251).
 
Per informazioni: Teatro Gioco Vita – Teatro Stabile di Innovazione, Biglietteria 0523.315578 – Uffici 0523.332613.
 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.