Nuova sconfitta per il Selta Basket Club sul filo di lana contro Modena (57-59)

Serie D, la vittoria per il Selta sfuma negli ultimi due secondi di gara

Più informazioni su

Serie D, la vittoria sfuma negli ultimi due secondi di gara

Selta Piacenza Basket Club – PSA Modena: 57-59 (7-22, 21-33, 44-37)

Piacenza: Manstretta 10, Petkovski 10, Antozzi 5, Pene, Pirolo 16, Bosini, Domaneschi 4, Centenari 10, Guglielmetti, Gandolfi 2. All. Gandini

Modena: Manzotti 7, Carretti, Sassi 6, Bertoni 9, Singhev 5, Marasca 12, Pistacchio 5, Mezzetti 8, Frilli 5, Accardo 2. All. Bertani

Arbitri: Alberghini – Albertazzi

Appuntamento con la vittoria rimandato per il Selta Piacenza Basket Club che cede solo sulla sirena finale contro la PSA Modena. Da sottolineare l’esaltante rimonta dei ragazzi di coach Gandini che, partiti in netta difficoltà (7-22), hanno saputo rimontare gli avversari fino a portarsi in vantaggio a fine terzo periodo. I giochi sono stati poi decisi allo scadere da un tiro di Trilli, che è andato cosi a premiare la caparbietà degli ospiti.

La partita:
Squadre che si studiano nei primi minuti di gara, poi la PSA rompe il ghiaccio portandosi sullo 0-6, ed allungando fino al 1-10 che costringe coach Gandini a spendere il primo time-out. Nonostante l’interruzione, l’inerzia rimane nelle mani degli ospiti, rapidissimi nel piazzare un nuovo break di 7-0 (1-17) con i suoi assi migliori. Il Selta sblocca il risultato con una penetrazione di Antozzi, scatenando l’esultanza del numerosissimo tifo biancorosso. E proprio di Antozzi è l’ultimo tentativo di realizzazione prima che suoni la sirena di fine primo parziale sul risultato di 7-22.

Il Selta riparte più aggressivo che mai, i contropiedi diventano l’arma in più nelle mani di Bosini e Co, che insistono alla ricerca del canestro pur avendo qualche difficoltà di troppo a trovarlo. La partita si accende dopo la metà parziale, le formazioni limitano gli errori e Piacenza risale poco a poco la china (18-31), grazie soprattutto al gioco sotto le plance di Pirolo (21-33) (miglior marcatore della sfida con 16 punti).

Al rientro dagli spogliatoi, un ispiratissimo Pirolo porta i suoi sotto i dieci punti di distacco per la prima volta nel match (-9), poi esce il cuore di capitan Manstretta che piazza la bomba del 29-35.
Ed è un’altra perla da tre punti, questa volta del solito Pirolo, a regalare ai biancorossi il -1. Adesso tutto il Pala Peep ci crede, e fa bene perché finalmente arriva il primo sorpasso della serata del Selta su Modena (38-37). Insieme ai canestri dei ragazzi di Gandini, escono anche i bandieroni della curva animata dagli UAP: è un tripudio di entusiasmo in campo e fuori, un mix di adrenalina che spinge Piacenza avanti di 7 lunghezze rispetto alla PSA.

Padrone del campo rimane il Selta anche nei primi minuti dell’ultimo e decisivo parziale (47-41), trascinata da un Petkovski letale dalla media e lunga distanza. A cinque dalla fine Piacenza conserva il vantaggio di cinque punti, basta però davvero poco a Modena per riagganciare i biancorossi a quota 52 punti. Gli ultimi due minuti sono al cardiopalma: Pippo Antozzi segna il libero del 55-53, la PSA in contropiede torna sul +1 ed intanto si va nell’ultimo giro di lancette di gioco.

Il massimo della tensione arriva puntuale a 13” dalla sirena (55-57), con coach Gandini che chiama timeout per istruire i suoi su come riportare la partita in parità. Tocca a Petkovski realizzare il tiro del 57 pari, le sorprese però non sono ancora finite: sull’ultimo tentativo degli ospiti, Modena trova la “tabellata” vincente proprio allo scadere (57-59).
Onore ai ragazzi biancorossi per la grande rimonta e per aver fatto sognare il Pala Peep; per festeggiare il primo successo bisognerà attendere ancora un po’.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.