Quantcast

Bakery basket di nuovo al completo. Intervista a Luca Furlanetto

Sulla partita di sabato contro il Lecco: "Non possiamo più permetterci di perdere partita contro rivali dirette per la salvezza"

Più informazioni su

Finalmente di nuovo al completo, la Bakery non è riuscita a compiere la missione vittoriosa in terra veneta contro Bassano, uscendone sconfitta e rimandando ancora una volta i primi festeggiamenti. Ad analizzare a fondo la partita è il rientrante Luca Furlanetto, fermo ai box nella partita contro Torino per problemi ad una caviglia.

Sabato avete giocato una buona partita, siete stati avanti anche di 8 punti, poi è andata come sappiamo. Cosa non ha funzionato?

“Probabilmente ci siamo fatti condizionare dalla loro difesa molto aggressiva, perdendo quella tranquillità che abbiamo avuto per i primi tre quarti. Nei momenti decisivi non abbiamo saputo confermare quanto di buono avevamo fatto fino a quel punto”

Per te un difficile quarto periodo, con solo i due liberi segnati dopo aver cominciato molto bene. Qual è la causa?

“Ho pagato certamente il fatto che, rientrante da infortunio alla caviglia, ho giocato sotto antidolorifico e con pochi allenamenti nelle gambe. Dopo 30 minuti non riuscivo ad essere così pronto e reattivo come all’inizio. Poi come detto, il fatto che mettessero molto le mani addosso in difesa ha fatto sì che i nostri giochi si rompessero, non permettendomi di uscire bene sugli scarichi”.

Da ormai tre partite è rientrato Alessandro Garofalo, quanto è cambiato il vostro gioco da allora?

“Alessandro è un giocatore che può essere utilizzato in più ruoli, dandoci sia una dimensione offensiva che una difensiva grazie all’impatto fisico notevole. Chiaramente deve integrarsi e trovare la condizione dopo un lungo periodo di stop e ci vuole tempo, ma per noi risulta essere molto importante nelle rotazioni e nella qualità del gioco”.

Sabato incontrerete Lecco, squadra reduce da un’importante vittoria ottenuta contro Tortona. Che partita dobbiamo attenderci?

“Deve essere una guerra, come tutte le altre partite che ci saranno da qui in avanti. Non possiamo più permetterci di perdere partita contro rivali dirette per la salvezza”

Come ti giudichi finora? Che voto ti daresti?

“Finora sei meno meno, posso certamente fare meglio e sono convinto che con il passare del tempo il mio voto si alzerà”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.