Quantcast

Castelsangiovanni, nasce il comitato a sostegno di Matteo Renzi

Mercoledì sera ospite Roberto Reggi

Più informazioni su

Si aggiunge anche Castelsangiovanni alla lista dei comuni piacentini in cui è stato costituito un comitato a sostegno della candidatura alle primarie di Matteo Renzi, che mentre è impegnato con l’ex sindaco di Piacenza Roberto Reggi nel tuor delle 108 (ante-riforma) province italiane, vede aumentare, giorno dopo giorno, il numero dei sostenitori che hanno deciso di mettersi in gioco in prima persona sul territorio.

«Riteniamo che la politica debba essere fatta per spirito di senso civico e non per agganciarsi a una poltrona a vita», spiega Tiziana Granata, coordinatrice del comitato, che aggiunge: «Apprezziamo il messaggio di rinnovamento della classe politica lanciato da Matteo perché è chiaro che quella attuale ha fallito». Renzi, come osservano i componenti del comitato di Castelsangiovanni, «vuole l’abolizione dei vitalizi, la diminuzione del numero dei parlamentari, il turnover delle persone che stanno a Roma e non ci sembra – concludono – che ci siano altri che propongono queste cose».

Un primo segnale di “rinnovamento”, almeno nei metodi, arriva anche dal comitato di Castelsangiovanni, composto in perfetta equità tra uomini e donne, con quote rosa al 50 per cento.

Intanto il lavoro del comitato è già partito a pieno ritmo: mercoledì 7, infatti, alle 21, il coordinatore nazionale della campagna di Matteo Renzi, Roberto Reggi, sarà al centro civico di Castelsangiovanni per incontrare simpatizzanti e cittadini in genere.

Componenti del comitato: Tiziana Granata (coordinatrice), Nicola Gasparini (vice coordinatore), Piera Ferrari (tesoriere), Mirella Losi, Manuela Maggi, Lorena Marattin, Luigi Bersani, Renzo Bassi, Piero Rebecchi, Sandro Zoccola.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.